Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sannino si dimette, torna Pellegrino
Colpo di scena alla vigilia della gara col Brescia

Con una nota ufficiale il Catania comunica le dimissioni dell'allenatore. Sannino era già stato delegittimato dopo i chiari segnali dei giorni scorsi lanciati dal presidente Pulvirenti. Scelta autonoma dell'allenatore, che lascia il Catania dopo la polemica con Ventrone avvenuta nel post partita di Livorno

Redazione

Giuseppe Sannino si è dimesso e non è più l'allenatore del Catania. È una decisione presa in maniera autonoma e maturata nelle ultime ore, che arriva dopo i chiari segnali di delegittimazione lanciati nei giorni scorsi dal presidente Pulvirenti. Una scelta forte, che tardava però a concretizzarsi per il lungo silenzio della società, che non ha mai affrontato direttamente la questione con il suo allenatore.

«Mi dimetto – ha dichiarato il tecnico in una nota ufficiale diramata dalla società – per dare serenità all’ambiente. Ringrazio la città di Catania, i tifosi rossazzurri, i calciatori, che sono stati straordinari, la società, i magazzinieri, i massaggiatori e tutto il personale al lavoro a Torre del Grifo». Con Giuseppe Sannino, si congedano anche il vice Giovanni Cusatis e il collaboratore tecnico Francesco Troise. 

Domani, nella gara contro il Brescia, siederà in panchina Maurizio Pellegrino. Si tratta di un passaggio naturale, dettato dalla necessità di sostituire Sannino nell'imminente partita. Una scelta che potrebbe però diventare definitiva se il Catania riuscisse a cogliere i 3 punti contro la squadra lombarda. Come possibile sostituto di Sannino si fa il nome di Torrente, ex bandiera del Genoa, esonerato a marzo di quest'anno dalla Cremonese.

Nel frattempo, viene confermato per domani lo sciopero del tifo, con la curva Nord decisa a non entrare allo stadio in segno di manifesto dissenso nei confronti dell'attuale gestione societaria.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×