Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Terremoto. Il giorno prima, lo speciale su Radio Zammù
«La prevenzione ci insegna a convivere con il rischio»

Sei puntate e sei interviste, ciascuna a un esperto di costruzioni antisismiche. Il nuovo format della radio d'ateneo parte alle 15 e vuole essere «un'operazione culturale». Per parlare della terra che trema e di come evitare vittime. Tra gli ospiti, Sergio Bianchi, padre di uno degli studenti morti a L'Aquila

Redazione

«Ci dobbiamo preparare a un grande terremoto? Assolutamente sì. Dobbiamo ristrutturare gli edifici esistenti e costruire quelli nuovi in modo tale che siano in grado di resistere alle scosse. La prevenzione passa anche attraverso l'educazione e la cultura della convivenza con un rischio». Stefano Gresta è il presidente dell'istituto nazionale di Geofisica e vucanologia. È sua l'intervista sul rischio sismico che inaugura il ciclo di sei puntata di Terremoto. Il giorno prima, il format che Radio Zammù, la radio dell'università di Catania, lancerà oggi, alle 15. Sei interviste, sei esperti di rischio sismico, sei storie raccontate ai microfoni dell'emittente d'ateneo. Tra le quali anche quella di Sergio Bianchi, padre di Nicola, 23 anni, iscritto al secondo anno di Scienze biotecnologiche, rimasto sotto le macerie di una casa in affitto a L'Aquila, il 6 aprile del 2009. «Sergio Bianchi a un certo punto ci ha detto: "Mi aspetto che la città in cui mando mio figlio a studiare se ne prenda cura", ci ha commossi», racconta Mariano Campo, direttore responsabile di Radio Zammù e coordinatore del progetto.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×