Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Sant’Agata, ancora dubbi dal comitato per la legalità
Da quest'anno, ricevute per le offerte alle candelore

È la tracciabilità dei versamenti alle candelore una delle principali novità introdotte nelle festività agatine. «È positivo», afferma Renato Camarda, portavoce dell'associazione che da anni predica il rispetto delle regole il 4 e il 5 febbraio, che aggiunge: «Rimangono ancora moltissime negatività»

Cassandra Di Giacomo

«Quest’anno, per la prima volta dopo otto anni, registriamo alcune novità positive, nonostante permangano ancora moltissime negatività». A esprimere un pizzico di soddisfazione per le migliorie nell’organizzazione della festa di Sant’Agata, a fronte di numerose criticità, è Renato Camarda. Il portavoce del Comitato per la legalità nella festa etnea guarda con positività alla sinergia raggiunta tra la curia di Catania e il Comune nella nomina congiunta del nuovo maestro del fercolo, Claudio Consoli. «Affermiamo da sempre che i problemi riscontrati durante le festività agatine scaturiscono da un’assenza di concertazione tra i vari attori della manifestazione», spiega Camarda. Che guarda già all’anno prossimo e propone a palazzo degli Elefanti di istituire un momento di dialogo, durante la fase dei preparativi, al quale possano prendere parte anche la protezione civile, le associazioni dei commercianti e lo stesso comitato per la legalità. Con l’auspicio «che il Comitato per l’ordine e la sicurezza si coordini prima della fine di gennaio e non all’ultimo momento come è successo quest’anno», aggiunge. La proposta si inserisce nella volontà di riuscire ad affrontare per tempo problemi da anni irrisolti. Un’idea che sembra essere stata recepita dall’amministrazione etnea, la quale «ci ha contatti per la probabile realizzazione, in futuro, di una fondazione che comprenda al suo interno tutti quelli che lavorano attorno alla festa, noi compresi», afferma il portavoce.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×