Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giarre, la migrazione dei consiglieri verso Articolo 4 
Situazione di stallo e il sindaco pensa alle dimissioni

Alle ultime elezioni il suo simbolo non era neanche tra quelli eleggibili, oggi è diventato il gruppo più folto in consiglio comunale. E tiene sotto scacco l'amministrazione. Il primo cittadino Roberto Bonaccorsi non sembra intenzionato a cedere alle richieste e valuta il colpo di scena. D'accordo il senatore Pippo Pagano. Città Viva: «Temiamo una quadra fatta da accordi di segreteria»

Due anni fa, alle ultime elezioni comunali giarresi, il partito Articolo 4 era appena nato. Il simbolo tra il lungo elenco delle liste che si contendevano il voto dei cittadini del centro ionico nemmeno c'era. Oggi, dopo una florida campagna di adesioni in consiglio comunale sia tra le fila della maggioranza che in quelle dell'opposizione, conta ben 6 unità. Più altri due consiglieri, appartenenti al gruppo Proposta Popolare, ma federati con Articolo 4. In totale fanno otto. Non hanno chiarito ancora da che parte stanno ma dalle loro richieste e dalle loro scelte dipende il futuro dell'amministrazione di Giarre. Senza il loro sostegno il sindaco Roberto Bonaccorsi (eletto con una coalizione di centrodestra) perderebbe la maggioranza. D'altra parte, il primo cittadino non intende snaturare la sua squadra e cedere a un rimpasto di giunta, che sembrerebbe essere una delle principali richieste del nuovo nutrito drappello. Bonaccorsi ha quindi annunciato che sta prendendo in considerazione l'ipotesi di dimettersi per tornare già a maggio alle urne. Con lui nuovamente candidato. Sulla fattibilità di questa ipotesi si aspetta a breve una risposta dalla Regione. Ma quella del sindaco non sarebbe solo una provocazione. Intanto la situazione politica è in stallo.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews