Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

La rissa alla comunità per minori stanieri di Giarre
In un video le violenze tra un gruppo di migranti

Le immagini riprese con un cellulare mostrano la violenta lite tra alcuni giovani ospiti della comunità gestita dalla cooperativa Ambiente e benessere

Salvo Catalano

Un video amatoriale, girato con un cellulare e pubblicato per qualche ora su Facebook all'inizio di gennaio, mostra una violenta rissa tra un gruppo di minori stranieri non accompagnati ospiti delle due comunità di Giarre, gestite dalla cooperativa Ambiente e benessere. Il luogo dell'episodio è il cortile all'ultimo piano dell'edificio di via De Gasperi, sede della comunità, a poche decine di metri dalla centralissima piazza Duomo.

Secondo il Comune di Giarre la cooperativa è priva dei requisiti per essere iscritta all'albo degli enti socio assistenziali che possono ospitare minori. Dopo numerosi sopralluoghi, l'ultimo dei quali nel mese di febbraio, il dirigente dei servizi sociali del centro ionico ha inviato una dura relazione al dipartimento regionale competente. Intanto la comunità continua a restare aperta e ospitare giovani migranti.

Leggi anche: «Io picchiato a sangue da chi mi doveva proteggere». Minori stranieri, violenza e illegalità a Giarre e Mascali

Leggi anche: Minori stranieri, comunità priva dei requisiti. Ma dalla Regione: «Hanno tutte le carte in regola».

Leggi anche: «Un intero palazzo in affitto, ma neanche un euro pagato». La Procura indaga sui contratti della comunità di Giarre.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×