Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giovane africano pestato e inseguito in via Etnea
«Erano in quattro, gridavano "Bastardo straniero

Un'altra aggressione in centro. Martedì sera un ventenne del Mali è stato picchiato da alcuni uomini che poi sono scappati. «Aveva il volto gonfio e sputava sangue, mentre la gente passava indifferente», racconta una testimone secondo cui la violenza sarebbe scattata per il colore della sua pelle

Salvo Catalano

Un ragazzo di colore che sbuca correndo da una traversa di via Etnea, gonfio in faccia, sanguinante. Trema e chiede aiuto. Pochi secondi dopo dalla stessa stradina, via Penninello, spuntano quattro uomini, bianchi. Uno è a torso nudo. «Bastardo straniero», avrebbero fatto in tempo a gridare prima di dileguarsi. Sono i momenti finali dell'aggressione consumatasi martedì sera, poco prima delle 20, in pieno centro storico. Un pestaggio che sarebbe avvenuto per motivi di odio razziale, secondo alcune testimonianze.

«È stata una scena raccapricciante - spiega una commerciante di via Etnea - il ragazzo è arrivato correndo, urlava, sputava sangue, aveva il viso gonfio. Era inseguito da quattro persone, uno senza maglietta che lo ha insultato». La frase a cui fa riferimento la donna è appunto: «Bastardo straniero». «Mi ha fatto molta pena - continua l'esercente - aveva tutti i segni di essere un'aggressione razziale». La vittima è un ventenne originario del Mali. Chi lo ha visto lo descrive come un ragazzo robusto e ben vestito.

Un'altra donna che passava da quel tratto di via Etnea - poco oltre piazza Stesicoro, andando verso il Duomo - racconta di essersi fermata per aiutarlo. «Sono arrivata dopo qualche minuto, lui era disperato e la gente gli passava davanti indifferente. I negozi erano ancora tutti aperti, c'erano molte persone, ma gli stessi commercianti in gran parte non sono intervenuti». Dopo pochi minuti sul posto sono arrivati un'ambulanza e una gazzella dei carabinieri. «Ma il ragazzo era sotto choc - continua la donna - piangeva, si sentiva come braccato e ha rifiutato di salire sull'ambulanza per essere trasportato in ospedale». Secondo alcuni commercianti, l'aggressione sarebbe iniziata in via Manzoni, quindi il giovane maliano sarebbe riuscito a divincolarsi e scappare verso via Etnea.

Dopo numerosi tentativi, il personale dell'ambulanza ha convinto il ragazzo a farsi medicare. «Diceva "Quattro italiani mi hanno aggredito perché sono di colore, non voglio andare in ospedale perché poi altri italiani mi aggrediscono"», riferisce la testimone. Poco dopo si sarebbe allontanato da solo senza fare denuncia ai carabinieri su quanto successo.

Sempre martedì sera, circa un'ora dopo, alle 21, un senzatetto è stato preso a bastonate mentre dormiva con i suoi cani in piazza Stesicoro. Un testimone oculare ha raccontato che gli aggressori erano due giovani ubriachi, di cui uno sicuramente straniero. Al momento non sembrano esserci legami tra le due vicende.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×