Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Caso candelora, appello in sostegno di MeridioNews
Associazioni e cittadini: «Istituzioni facciano chiarezza»

Più di cento firmatari in meno di 24 ore per il testo diffuso dall'Arci etnea per manifestare solidarietà ai due giornalisti della nostra testata querelati per aver raccontato della sosta del cereo degli ortofrutticoli a pochi passi dalla casa di un presunto boss. «La difesa della libertà di stampa riguarda i giornalisti ma ancor di più la democrazia»

Redazione

«Se al racconto di un fatto scomodo corrisponde una denuncia, per Catania si prospettano tempi ancora più bui». Comincia così l'appello lanciato dall'Arci etnea per esprimere solidarietà ai due giornalisti di MeridioNews, Luisa Santangelo e Dario De Luca, dopo la querela ricevuta per aver raccontato l'insolita sosta della candelora degli ortofrutticoli a pochi passi dalla casa del presunto boss del clan Cappello Massimiliano Salvo, durante le ultime festività agatine. La denuncia, secondo i più di cento firmatari in meno di 24 ore, «pone con urgenza il problema della libertà di stampa in una città che storicamente ha vissuto sotto un monopolio dell'informazione e che ha visto sempre isolati, squattrinati, minacciati e anche uccisi i giornalisti più coraggiosi».

«La difesa della libertà di stampa riguarda i giornalisti ma ancor di più la democrazia e ogni singolo cittadino. Per questo invitiamo i catanesi e le catanesi a confrontarsi pubblicamente sul tema delle pressioni rivolte alla stampa locale ed esprimere solidarietà ai giornalisti di MeridioNews e di tutte quelle testate che ogni anno ricevono querele per aver pubblicato il racconto di realtà scomode», continua l'appello. Firmato da associazioni, gruppi e singoli cittadini. Alcuni dei quali avevano già manifestato vicinanza alla nostra testata con messaggi e comunicati.

La lista dei firmatari si allunga di ora in ora. Per unirsi, è possibile firmare aggiungendo il proprio nome o quello del proprio gruppo in calce all'appello. «Vogliamo che le istituzioni facciano chiarezza su ciò che è avvenuto il 4 febbraio», conclude il testo. Dove si chiede, come gesto concreto, il ritiro della denuncia a carico dei due cronisti. I quali, intanto, verranno interrogati martedì 31 marzo dalla polizia giudiziaria, su mandato della procura della Repubblica di Catania.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×