Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

EtnaCoffee, la tavola calda a Londra
La scommessa di due fratelli catanesi

Arancini, cipolline, cannoli e tutti gli altri prodotti tipici della tavola calda e della pasticceria etnea da qualche giorno si possono assaporare nella centralissima Victoria station. E i creatori, i due fratelli Gaetano ed Enrico Bauso, puntano già in alto: «Vogliamo diventare una catena»

Leandro Perrotta

Si chiama EtnaCoffee, ed è la scommessa di due fratelli catanesi a Londra: vendere il sicilian street food, ovvero arancini, cipolline, ma anche dolci come i cannoli, a un pubblico internazionale. «Io lo definirei un bar tavola calda catanese in chiave inglese: prodotti tipici, ma immagine fresca e moderna. Umberto Travagli ha ideato il branding ed eseguito il concept con un'idea precisa», spiega Gaetano Bauso, 43 anni, manager e ideatore «del concept, del businness plan e di tutta la parte finanziaria. Puntiamo a diventare una catena dopo un primo periodo di rodaggio». A occuparsi della gestione materiale del locale, che ha aperto lo scorso 25 marzo e si trova nella centralissima e trafficatissima Victoria station, è invece il fratello Enrico, che di anni ne ha 37, «e negli anni ha gestito diversi locali: a Catania il Burger King e vari locali tra Miami, Montecarlo, Parigi e, appunto, Londra».

L'idea di un locale «è nata almeno due anni fa — spiega Gaetano Bauso —. Alla fine abbiamo trovato un finanziatore che ha creduto in noi, si chiama Nicola Persico e gestisce una holding finanziaria. Così io e mia moglie abbiamo deciso di lasciare Vodafone, dove lavoravamo entrambi a Milano, con un buono stipendio. E da settembre siamo qui». Un cambiamento di vita non facile: «La difficoltà maggiore è quella di avere entrambi, io e mio fratello, dei bambini piccoli. Inoltre – prosegue Gaetano – ho lasciato un'azienda dalla quale sono partito 14 anni fa come semplice addetto all'assistenza ai clienti e sono diventato account manager nel settore vendite. I soldi della liquidazione e della buonuscita adesso servono per vivere a Londra, che è molto cara. Solo l'affitto di casa è di 1500 sterline».

Per la gestione del locale, e per le ambizioni di crescita, «ci vogliono ben altri capitali. Per dare un ordine di grandezza, diciamo che per partire con un locale non bastano duecentomila sterline», spiega Gaetano Bauso. A questo si deve aggiungere il punto scelto: «Victoria station è carissima, pur essendo un ottimo punto, che nel 2018 crescerà ancora grazie al rinnovamento della stazione. In più – prosegue Gaetano – noi stiamo cercando di mantenere prezzi concorrenziali: un arancino qui da noi costa 2,90 sterline, mentre gli altri che li vendono qui a Londra praticano una politica dei prezzi diversa».

Ma se il prezzo, in rapporto a Londra, è concorrenziale, «la qualità del cibo è alta: abbiamo un fornitore siciliano, di Catania. I clienti apprezzano, e dal bancone, insieme a quello che per ora è il nostro unico dipendente, anche lui un ragazzo del Sud appena arrivato a Londra, spieghiamo i vari prodotti. Adesso non resta che aspettare sei mesi per vedere come va e fare un'analisi», conclude Gaetano Bauso.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews