Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Lombardo in aula su un'assunzione alla Ipi
Presenta la lista dei voltagabbana al Comune

Nuova udienza del processo per voto di scambio nei confronti dell'ex governatore siciliano e del figlio deputato regionale Toti. Audizione di quasi due ore per l'ex leader autonomista: tra l'ammissione di essersi speso per un posto di lavoro e un appunto sulla «transumanza apocalittica di consiglieri comunali» etnei

Dario De Luca

«Penso di essere stato io a segnalare la sua assunzione all'interno della ditta Ipi, ma per un periodo determinato e breve». A fornire questa ammissione è l'ex presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, sentito nelle vesti di imputato nel processo per voto di scambio semplice in cui è alla sbarra insieme al figlio Toti e ad altre tre persone. Si tratta di Giuseppe Giuffrida, effettivamente assunto il 18 marzo 2013 alcuni mesi dopo le elezioni regionali; Ernesto Privitera, cognato di quest'ultimo ma anche ex consigliere di municipalità del Movimento per le autonomie e il cugino Angelo Marino. La Ipi srl è una delle due società che, insieme alla Oikos spa, in un raggruppamento temporaneo d'imprese gestisce il servizio di spazzamento nella città di Catania. Secondo la ricostruzione di Lombardo, durante il periodo in cui ricopriva la carica di governatore, il patron della Ipi Angelo Deodati si sarebbe recato dal leader autonomista. «Quando la ditta - spiega al giudice Laura Benanti - ha vinto l'appalto (nel 2010, ndr) si è sicuramente presentato questo imprenditore per prospettarmi la possibilità di assumere delle persone». 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×