Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Il logo di Addiopizzo sui tir degli Ercolano
«La legalità viaggia con le aziende confiscate»

La Geotrans - ditta sequestrata alla famiglia mafiosa un anno fa - sarà inserita nella lista pizzo free. Inoltre il messaggio e il simbolo dell'associazione antiracket saranno stampati sui camion che trasportano prodotti in tutta Italia

Redazione

«La legalità viaggia con le aziende confiscate». È lo slogan che accompagna il logo dell'associazione Addiopizzo sui tir della GeotransL'azienda è stata confiscata un anno fa alla famiglia Ercolano e inserita nel percorso di amministrazione controllata. «Lo slogan vuole essere un messaggio di fiducia nello Stato e in quanti quotidianamente si impegnano affinché questa nostra terra possa definitivamente affrancarsi dal cancro che la uccide», spiegano spiegano in una nota i membri dell'associazione antiracket.

Al momento della confisca l'azienda aveva trenta dipendenti, un fatturato di oltre cinque milioni di euro e un ruolo importante nel settore del deposito di surgelati. Riconducibile a Pippo Ercolano - morto tre anni fa, cugino, cognato e storico braccio destro del boss di Cosa nostra Nitto Santapaola - la Geotrans era formalmente intestata ai figli Vincenzo e Cosima Palma Ercolano. Ma da oggi è inserita nella lista pizzo free che raccoglie «130 imprenditori, commercianti e liberi professionisti che hanno detto pubblicamente no al racket». 

«Riteniamo, da sempre, che le aziende sottratte alla mafia costituiscano un patrimonio economico e umano che lo Stato ha il dovere di salvaguardare - proseguono i volontari - per evitare che le confische si risolvano in altrettante vittorie di Pirro. Ogni bene non assegnato, ogni azienda che fallisce o viene liquidata costituisce una sconfitta per lo Stato». Un riferimento diretto alle parole di Umberto Postiglione, ex prefetto di Palermo e attuale direttore nazionale dell'Agenzia nazionale per i beni confiscati, che in un'intervista rilasciata a MeridioNews aveva detto: «Noi non possiamo fare assistenza né inventarci soluzioni impossibili. La maggior parte delle imprese ex mafiose in un contesto normale scomparirebbero». «Ci sono migliaia di famiglie e di lavoratori che non hanno mai chiesto assistenzialismo ha replicato l'associazione etnea -, ma solo il rispetto dei loro diritti di lavoratori e un pronto intervento da parte di chi ha la possibilità di fare fruttare questo enorme patrimonio delle aziende confiscate».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×