Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

In autunno in tv il Boss dei prediciottesimi
Su La5 un reality con sei giovani catanesi

Il format andrà in onda sulla rete Mediaset ed è composto da sei puntate per altrettanti compleanni. Protagonisti ragazzi di Catania e provincia. A legarli una delle mode che ha più influenzato il mercato fotografico e la maniera di vedere il passaggio alla maggiore età. A condurre sarà il fotografo etneo precursore Gianni Muscolino

Carmen Valisano

Un reality «dove non ci saranno protagonisti». Un'occasione «per rappresentare il fenomeno in modo veritiero e giusto». Da mercoledì 29 partiranno le riprese de Il boss dei prediciottesimi, una serie composta da sei episodi girati a Catania e provincia per raccontare una delle mode che ha più segnato il web - dove spopolano tutte le varianti pre, dal matrimonio ai battesimi passando per i compleanni - e il modo di intendere il passaggio alla maggiore età. A fare da conduttore sarà Gianni Muscolino, fotografo catanese tra i precursori dei prediciottesimi. 

«Gireremo in totale sei compleanni - spiega - La maggior parte saranno ragazze, ma c'è anche qualche ragazzo». Il programma andrà in onda a partire dal prossimo autunno sulla rete Mediaset La5. «In 50 minuti verrà raccontata anche la vita di questi givani, i loro momenti belli o le difficoltà». I neodiciottenni scelti sono tutti della zona etnea: «Il fenomeno è nato qui; magari la seconda stagione potremmo girarla in altre regioni», anticipa Muscolino.

Nel video, uno dei prediciottesimi girati da Gianni Muscolino

Il format ricorda un altro programma sulla rete rivale Real time, dedicato però agli sposi: Il boss delle cerimonie. La scaletta è già stabilita: «Si inizierà dall'arrivo dei genitori nello studio fotografico». Come luogo è stata scelta una villa catanese «con un bellissimo panorama» nella quale ci saranno degli allestimenti per riprese e foto interne. «Qui si decideranno le location e cosa si deve raccontare nel video di prediciottestimo». Seconda tappa, la casa dei protagonisti. «Abbiamo scelto ragazzi diversi: dalla famiglia perfetta a quella con problemi, dalla ragazza-velina a quella più seria». Poi sarà la volta delle riprese vere e proprie e infine la tanto sospirata festa. «Ci saranno ingressi in grandi hotel, limousine. Non mancherà nulla», precisa il fotografo.

Gianni Muscolino per l'occasione tralascerà il suo ruolo di fotografo per fare da presentatore: «Girerò con una macchina d'epoca e un abbigliamento eccentrico. Sarò un po' fuori dalle righe». E sulle potenziali critiche che di solito accompagnano anche i video in Rete, afferma: «Non è un talk show, mostreremo questi ragazzi e le loro storie. Senza protagonisti», ribadisce. Una maniera per raccontare anche l'indotto che si è creato attorno: «Il prediciottesimo è diventato un prodotto che ha un suo risultato nel mercato fotografico». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×