Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, combine da 10mila euro: «Viva lo sport»
Quando Pulvirenti incontrò il presunto investitore

Contattare giocatori compiacenti e scommettere con guadagni 15 volte superiori alle puntate. Le indagini sono partite da una denuncia dello stesso patron per presunte minacce. Tra i gestori di ricevitorie coinvolte anche Giovanni Luca Impellizzeri, ritratto in uno scatto esclusivo di MeridioNews mentre incontra il presidente. Guarda la foto

Il magistrato e l'udienza; il treno e l'orario. «Viva lo sport», si sente in un'intercettazione. Sono alcuni dei termini del codice ideato dal presidente del Calcio Catania Antonino Pulvirenti e dagli altri indagati nell'inchiesta che coinvolge anche i vertici della società. Cinque le partite del campionato di serie B appena concluso per le quali sarebbero state organizzate le combine per evitare al Catania la retrocessione e sette le ordinanze di custodia cautelare disposte per l'accusa, a vario titolo, di frode in competizioni sportive e di truffa. Le misure sono state disposte, oltre che per Pulvirenti, anche per l'amministratore delegato Pablo Cosentino, l'ex direttore sportivo Daniele Delli Carri e Giovanni Luca Impellizzeri (titolare di agenzie di scommesse sportive), Piero Di Luzio, Fabrizio Milozzi (pregiudicato) e il procuratore sportivo e agente Fifa Fernando Antonio Arbotti. Ma in totale le persone coinvolte sono 19. Tra questi, i giocatori Riccardo Fiamozzi (Varese), Luca Pagliaruro (Trapani), Antonino Daì (Trapani), Matteo Bruscagin (Latina), Alessandro Bernardini (Livorno). E anche alcuni dirigenti del Messina con un passato nella società rossazzurra: si tratta di Pietro Lo Monaco, Fabrizio Ferrigno e Alessandro Failla. «Abbiamo la massima fiducia nella magistratura catanese - afferma l'avvocato di Pulvirenti, Giovanni Grasso - Il presidente è certo di poter dimostrare la sua totale estraneità ai fatti e intende prendere delle decisioni immediate sul suo ruolo nella società Calcio Catania spa, al fine di potersi difendere con la massima serenità e di salvaguardare gli interessi della società sportiva».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×