Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Combine Catania, le intercettazioni
Pulvirenti: «L'anno prossimo arrivo primo!»

L'infallibile sistema del patron rossazzurro per la salvezza della squadra sarebbe stato comprare cinque partite su 42 dell'intero campionato. È la ricostruzione dei magistrati etnei, che hanno registrato l'euforia degli scommettitori, l'impazienza del presidente e la soddisfazione dell'ex direttore sportivo Daniele Delli Carri. Guarda il video

Claudia Campese

«Ormai l'ho inquadrato il campionato di serie B, l'anno prossimo arrivo primo!». Al giro di prova - ossia la stagione appena conclusa - l'infallibile metodo del presidente del Calcio Catania Antonino Pulvirenti sarebbe stato comprare le partite: 5 su 42 dell'intero campionato, almeno secondo la ricostruzione dei magistrati della Procura di Catania. Le intercettazioni al centro dell'operazione I treni del gol - che ha portato all'arresto dei vertici del club rossazzurro - raccontano l'euforia degli scommettitori, l'impazienza del patron della squadra di calcio etnea e la soddisfazione dell'ex direttore sportivo Daniele Delli Carri. Gli ultimi due posti agli arresti domiciliari insieme all'amministratore delegato Pablo Cosentino. Ma l'inchiesta coinvolge in tutto 19 persone.

«Se non ci pensavamo noi per queste cinque partite... eravamo retrocessi veramente». I microfoni delle forze dell'ordine registrano la voce dell'indagato Giovanni Luca Impellizzeri, ex calciatore del Siracusa, chiamato il re leone, oggi titolare di alcuni centri scommesse. Secondo i magistrati, Impellizzeri è uno degli investitori maggiori del sistema di compra-vendita di partite che avrebbe portato il Catania alla salvezza. «Ho caricato pure altre 1500 euro con la carta di credito e non li ho potuti manco giocare... Comunque viva lo sport!», dice ancora. Senza riuscire a trattenere la gioia - forse dopo Latina-Catania del 19 aprile - per il balzo a metà classifica dei rossazzurri, fino a quel momento fermi a ridosso della zona retrocessione in Lega Pro: «Mbare, andiamo nei play off. Quattro vittorie consecutive, stamu avvulannu».

«È la prima volta dopo 35 partite che il Catania è salvo», rincara la dose l'ex direttore sportivo Delli Carri. Riferendosi probabilmente all'incontro Catania-Trapani dell'11 aprile finito 4-1. Nelle parte di intercettazioni note, è Delli Carri a fare esplicitamente il nome di Pulvirenti e Cosentino: «E gli ho detto "Guardate c'è un discorso aperto, eh, che ne dite?" - spiega al procuratore sportivo e agente Fifa Fernando Antonio Arbotti, anche lui indagato - E sia Cosentino che il presidente mi hanno dato disponibilità in tutto; per me è come se fosse fatta perché, bene o male, stanno mantenendo fede a tutto». Il linguaggio in codice utilizzato era sempre lo stesso: i treni in arrivo identificavano i giocatori avvicinati o da avvicinare, gli orari indicavano invece le maglie. Come nel caso di un'altra intercettazione in cui, sempre a proposito della partita Catania-Trapani, Delli Carri chiede: «Mo' è solo il treno delle tre?». Cioè il giocatore Antonino Daì, tra gli indagati.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews