Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Catania, Lega Pro e meno 12 punti
«Ricorreremo contro la sentenza»

Il procuratore federale Stefano Palazzi aveva chiesto cinque punti di penalità. Il tribunale nazionale della Federcalcio è stato ancora più duro. Il verdetto è stato emesso stamattina. Poche ore dopo arriva la decisione della società di rivolgersi alla Corte federale d'appello. Il sindaco Enzo Bianco: «Verdetto eccessivo»

Redazione

Retrocessione in Lega Pro e 12 punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione. È questa la sentenza del tribunale nazionale della Federcalcio sulla vicenda delle partite comprate dal patron Antonino Pulvirenti in chiusura dello scorso campionato di serie B. E scoperte grazie all'operazione I treni del gol della procura di Catania. «Il Calcio Catania rende noto che presenterà ricorso alla Corte federale di Appello», rispondono dal club. Una decisione definita «opportuna» dal sindaco etneo Enzo Bianco, che ha commentato: «La sentenza contro il Catania è eccessiva».

Una condanna più dura di quella richiesta dal procuratore federale Stefano Palazzi, che aveva chiesto cinque punti di penalizzazione. Come riporta la Gazzetta dello sport, il club etneo è stato condannato a pagare un'ammenda di 150mila euro. Il doppio, 300mila euro, è quanto invece dovrà pagare Pulvirenti. Che dovrà scontare anche cinque anni di inibizione

Quattro anni di inibizione e 50mila euro di ammenda per l'ex amministratore delegato Pablo Cosentino e cinque anni di inibizione più 150mila euro di ammenda per Pietro Di Luzio. Dopo l'udienza durata tre ore e conclusasi con la richiesta della pena da parte di Palazzi, Pulvirenti aveva rilasciato alla stampa alcune dichiarazioni: «È l'ultimo atto, chiudo col calcio sia come proprietario che come presidente. Il Catania sarà ceduto, è solo questione di tempo», aveva detto.

«Fin dal primo momento avevo sottolineato che punizioni troppo drastiche avrebbero potuto compromettere gravemente il calcio in questa zona della Sicilia, con conseguenze assai gravi per tutto lo sport locale», commenta dopo la sentenza il sindaco Bianco. Eppure la pena è stata più dura del previsto, «come se si volessero umiliare tutti quegli sportivi e tifosi catanesi che hanno nettamente preso le distanze dalle gravi colpe ammesse da Pulvirenti». «Catania - conclude il primo cittadino - è una città di sport pulito e non merita una punizione di queste proporzioni. Ci auguriamo una soluzione più equa nel nostri confronti».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews