Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Porto, nuova opera d'arte sui silos
«Il volto di un contadino sul mare»

Sono ripresi martedì i lavori di riqualificazione degli otto serbatoi che da decenni svettavano ingialliti dal molo. Oggi sarà ultimato il lato che dà sull'acqua. Se ne occupa Vhils, «il numero uno della street art mondiale», dice il responsabile del progetto. A dicembre la consegna «dell'opera più grande al mondo»

Marco Di Mauro

«È l'opera più imponente in Europa, la più grande mai fatta dall'artista». Sono ripresi al porto di Catania i lavori di completamento per la riqualificazione dei silos, che da decenni svettavano malridotti sul molo, a ridosso della città. A occuparsene sono ancora gli artisti che fanno parte del progetto Emergence Festival, attivo anche in altre zone della Sicilia come Giardini Naxos e Licata. Martedì è iniziata la seconda fase del progetto catanese, che riguarda tutti e otto i serbatoi che affacciano sul lato mare. 

All'opera c'è il portoghese Vhils, «considerato il numero uno della street art al mondo», dice a MeridioNews Giuseppe Stagnitta, ideatore e curatore di Emergence Festival. «Per completare in fretta abbiamo lavorato anche di notte». La superficie interessata è di circa 2400 metri quadrati, «quasi un campo da calcio». A prendere il posto della vernice ingiallita dal tempo «è il volto di un contadino che guarderà il mare, un soggetto che l'artista ha fotografato anni fa mentre era in Sicilia in vacanza». Vhils è conosciuto anche per la tecnica, che ha ideato e utilizza solitamente: «Scolpisce la superficie creando l'immagine». Ma i silos non si possono scolpire, «infatti è la prima volta che dipinge - spiega Stagnitta -, particolare che rende questa sua creazione di rilievo artistico ancora più importante».  

Il cantiere dovrebbe chiudere stasera ma riaprirà a metà novembre, dal 26 al 30, quando verrà dipinto anche l'ultimo silos. «Ci sarà raffigurato il Castagno dei cento cavalli, l'albero centenario che si trova alle pendici dell'Etna, nel Comune di Sant'Alfio. L'opera è già stata affidata a Luca Maleonte, artista italiano di fama internazionale». È l'ultimo passo prima dell'inaugurazione, prevista a dicembre. 

Per dipingere gli otto silos - i lavori sono iniziati in estate - sono stati spesi finora oltre 130mila euro, trovati grazie all'aiuto dell'associazione Terzo pilastro Italia-Mediterraneo, dell'Autorità portuale di Catania, di I-Art e di Emergence Festival. «Abbiamo speso molto più di quanto immaginavamo all'inizio - afferma Stagnitta - Ma tutti gli artisti hanno lavorato gratuitamente». Il progetto è a costo zero anche per il Comune - che ha patrocinato l'iniziativa attraverso l'assessorato alla Cultura - e una volta completato «sarà la più grande opera d'arte al mondo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.