Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Etna, fontane di lave e cenere dal cratere centrale
La sabbia vulcanica arriva fino a Reggio Calabria

Secondo gli esperti dell'Ingv, «l'evento parossistico di questa notte si colloca fra quelli più violenti dell'ultimo ventennio». Protagonista di questa attività - con alte fontane di lava e una lunga colonna di cenere - è stata la Voragine, uno dei quattro crateri sommitali. Numerosi i commenti sui social. Leggi la selezione

Carmen Valisano

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

«Finalmente è tornata». Così ieri sera numerosi utenti dei social network hanno salutato il ritorno dell'attività visibile dell'Etna. Una fontana di lava dalla Voragine, uno dei quattro crateri sommitali, ed emissione di cenere si sono susseguite per tutta la notte, raggiungendo il picco massimo intorno alle 3 del mattino. La sabbia vulcanica, sospinta dai forti venti, ha raggiunto anche le coste della Calabria. 

«È stato un episodio esplosivo molto intenso», afferma Rosanna Corsaro, responsabile del monitoraggio vulcanologico dell'Ingv di Catania. «La voragine è già in attività dallo scorso 18 ottobre e l'altro ieri abbiamo visto un'intensificazione». L'area protagonista dei bagliori notturni da tempo non dava segnali così forti. «L'ultimo episodio, molto simile a quello di questa notte, risale al 4 settembre del 1999», sottolinea Corsaro. «Stanotte, intorno alle 3.30, si è formata una fontana di lava e poi una nube eruttiva, che si è diretta verso il versante nord-orientale». 

«L'evento parossistico di questa notte si colloca fra quelli più violenti dell'Etna dell'ultimo ventennio», analizzano in una nota gli esperti dell'Istituto di geofisica e vulcanologia di Catania. Le colonne, alte alcuni chilometri, sono state visibili da molti punti della Sicilia, complice l'assenza di nuvole. L'episodio di questa notte presto è scemato, «la fontana è rientrata, ma continua l'attività stromboliana», continua Corsaro. 

Per i Comuni già in passato interessati dalla fitta pioggia nera sono ricominciati i disagi dovuti alla presenza della cenere vulcanica. Segnalazioni arrivano da Linguaglossa, Francavilla, Milazzo, fino a Messina Reggio Calabria. Chiuso l'aeroporto calabrese; nessun problema, invece, è stato segnalato finora per lo scalo di Catania. 

Secondo i dati dell'Ingv catanese, l'ultima attività di rilievo del vulcano risale a maggio. In poche ore le immagini e i commenti postati online hanno portato l'Etna a diventare uno dei topic più discussi in Italia. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×