Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, furto all'associazione Misericordia
Portati via mille euro e un computer portatile

Il colpo nella sede adranita dell'associazione di volontariato è stato messo a segno da ignoti. I ladri hanno prelevato anche i soldi contenuti nei distributori automatici di bevande. «Fatto vergognoso che ci lascia sgomenti», dice il coordinatore Carmelo Imbarrato. Sul fatto indagano i carabinieri

Salvatore Caruso

Un furto ai danni della sede della Misericordia della città di Adrano. L'associazione di volontariato è ospitata da quattro anni in una villetta sequestrata alla mafia, in via Naviccia. A dare l'allarme è stato il coordinatore dell'associazione Carmelo Imbarrato. Per i rilievi del caso sono intervenuti i carabinieri della stazione adranita che hanno cercato eventuali indizi lasciati dagli autori del colpo. I militari non hanno trovato segni di effrazione negli infissi dell'edificio, a eccezione di una finestra aperta al primo piano. Imbarrato, in effetti, al suo arrivo ha notato la porta d'ingresso regolarmente chiusa e il cancello socchiuso. È probabile che i ladri fossero in possesso di una chiave universale in grado di aprire qualunque serratura. 

Il commando, prima di entrare in azione, ha probabilmente distrutto e fatto sparire una delle telecamere del sistema di videosorveglianza, mentre un'altra sarebbe stata sarebbe stata spostata verso l'alto, in modo da impedire qualsiasi tipo di registrazione. A essere portata via anche la memoria centrale del sistema. Una volta dentro la sede della Misericordia i malviventi si sarebbero diretti nell'ufficio di Imbarrato. Da quella stanza hanno prelevato una cassaforte di peso superiore a  250 chili che conteneva le offerte di cittadini per un totale di mille euro in contanti

I ladri hanno rubato anche un computer portatile e i soldi contenuti nei distributori automatici di bevande. «È un fatto vergognoso che ci lascia sgomenti. Queste persone non hanno procurato un danno solo all'associazione ma a tutti i cittadini di Adrano. Anche perché il denaro portato via non è altro che l'insieme delle offerte che ci danno un aiuto nello svolgimento delle nostre attività», dichiara Imbarrato. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×