Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Transgender, percorso tra rischi e burocrazia
Il medico: «Molta impreparazione nel campo»

Quello della transizione da un sesso a quello opposto è un iter difficile anche per la salute. «Siamo persone prima, durante e dopo. Quello che subiamo nelle nostre vite è inimmaginabile», spiegano Alessandro e Vittoria. «Serve molta sensibilità», dice Mario Vetri, uno dei pochi specialisti in attività in Sicilia

Carmen Valisano

«Siamo persone prima, durante e dopo la transizione. E quello che subiamo nelle nostre vite è inimmaginabile». Alessandro e Vittoria sono due transgender, stanno portando a termine il lungo e doloroso cammino che li sta portando verso il sesso opposto rispetto a quello biologico. Un percorso che comporta anche numerosi pericoli per la propria salute, in un campo nel quale gli specialisti sono molto rari. A Catania è in attività solo l'endocrinologo Mario Vetri, che ha un bacino di pazienti che accoglie tutta la Sicilia orientale. «Sono uno dei pochi che si occupa di questo settore», racconta a MeridioNews. «In passato ho fatto anche consulenze tecniche d'ufficio in tribunale - continua - e ho trovato molta impreparazione e tanta ignoranza in questo campo».

I farmaci da dover assumere servono a contrastare le azioni degli ormoni propri e a inserire quelli del sesso opposto. «Alcuni degli effetti sono reversibili, altri no - spiega il medico - Alcuni sono degli effetti gradevoli, altri sono effetti collaterali». «Io sono sottoposta ad alcuni farmaci che bloccano il testosterone - dice Vittoria, studentessa universitaria catanese - Prendo anche l'estradiolo, un estrogeno femminile. Tutto questo porta il rischio di tromboembolia, oltre all'aumento di peso». Una terapia da venti euro a fiala. «Per ridurre l'anatomia femminile serve un bombardamento testosteronico - interviene Alessandro - Effetti collaterali? Fibroma, infarto, cancro, caduta di capelli, ai quali si aggiunge l'osteopatia». Anche qui si tratta di un rischio che comporta una spesa: «Sono circa cento euro ogni due, tre mesi», precisa il giovane. 

Per completare il percorso di transizione non è necessario arrivare alle operazioni chirurgiche definitive. «La tendenza dei medici è portare all'intervento finale - prosegue Vittoria - Ma sono in molti a fermarsi prima, quando i cambiamenti portati dai farmaci arrivano a un livello ottimale. In ogni caso, sono cure da fare a vita». Inoltre, tutto è sottoposto alla decisione finale di un giudice, che può anche non concedere il cambiamento anagrafico. «Il giudice può rigettare l'istanza se i caratteri primari sono ancora esistenti», commenta con amarezza Alessandro. «È un problema culturale», riflette Mario Vetri, in servizio al centro di Endocrinologia del Garibaldi Nesima

«Mi è capitato di incontrare ginecologi, che dovevano fare con la valutazione di una persona che aveva già fatto l'intervento, i quali confondevano omosessualità con transessualismo», spiega. E precisa: «Omosessualità e disforia di genere - l'identificazione nel genere opposto a quello biologico, ndr - sono due cose completamente diverse». Se in campo chirurgico è ancora necessario un cambiamento, non è da meno l'ambito psicologico. Per avviare un percorso medico che rispetti alcuni standard internazionali, Vetri richiede una valutazione a un professionista. Fondamentale è «l'empatia del terapeuta - sottolinea il medico - bisogna avere molta sensibilità. L'accoglienza è importante, tutt'ora c'è un'altissima percentuale di suicidi». 

In Sicilia sono pochi gli esperti in grado di seguire percorsi di transizione. «Mi capita di trovare richieste anche da altri gruppi di endocrinologi. Quello che non ho è il supporto di una equipe chirurgica», sospira Mario Vetri, che al momento segue circa 50 persone. Eppure la soluzione potrebbe essere la creazione di un team in collaborazione con l'ospedale Cannizzaro. «Lì esiste il centro di chirurgia plastica, colleghi che hanno fatto qualche intervento di destrutturazione dei genitali maschili e la costruzione di una neovagina». L'esempio al quale mirare è Trieste, dove lavorano insieme un gruppo di medici: psicologi, otorini «per il controllo del cambio della voce», urologi e ginecologi.

Da pochi mesi al Garibaldi di Nesima «se una donna biologica vuole fare una conversione asportando utero e ovaie può farlo, con l'autorizzazione del tribunale, gratuitamente - afferma Mario Vetri - Quello che voglio realizzare, con la stessa procedura, è la possibilità di effettuare anche la mastectomia». E, allargando il cerchio, comprendendo gli interventi di chirurgia plastica da poter compiere all'ospedale Cannizzaro, «realizzare un polo qui, a Catania. Ci sono delle difficoltà burocratiche infinite - ammette lo specialista - ma la speranza è l'ultima a morire». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews