Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Tecnis, Fce chiederà di pagare operai MetroCatania
I sindacati: «Timori per la rescissione dei contratti»

I vertici di Ferrovia Circumetnea avanzeranno la richiesta di surroga per sostenere gli stipendi dei dipendenti impegnati nella costruzione della metro. La Filca Cisl teme la chiusura del rapporto con l'azienda, al momento commissariata dopo l'arresto dei proprietari. «I lavoratori saranno fuori», afferma Nunzio Turrisi

Carmen Valisano

I vertici di Ferrovia Circumetnea avanzeranno la richiesta di surroga per sostenere il pagamento degli stipendi dei lavoratori di MetroCatania 2013, impegnati nella costruzione delle tratte della metropolitana etnea. La misura permetterà a Fce di sostituirsi a Tecnis, azienda che si è aggiudicata l'appalto ma che è in crisi dopo l'arresto dei proprietari dell'azienda - Mimmo Costanzo e Concetto Bosco Lo Giudice -, il sequestro delle quote azionarie disposto dall'antimafia e la nomina del commissario Saverio Ruperto. La conferma è arrivata oggi, dopo un incontro programmato tra i rappresentanti della Filca Cisl e il direttore generale di Fce Alessandro Di Graziano

«Fino a poche settimane fa pensavamo che l'azienda potesse pagare tutti i dipendenti, ma la situazione attuale dimostra che così non è», afferma Nunzio Turrisi, segretario generale del sindacato. «Gli operai del cantiere sono una sessantina e devono prendere gli stipendi di quattro mesi, più la cassa edile che non è stata del tutto saldata», precisa. «Di Graziano ha incontrato i referenti di Tecnis e ha incalzato sul completamento dell'opera, chiedendo se ci sono le forze per terminarla», racconta Turrisi. Il direttore generale «ha dato un periodo entro cui avere la risposta». La scadenza è fissata in 15 giorni, dall'attivazione della surroga si potrebbe arrivare alla rescissione del contratto se l'azienda non dovesse far riprendere i lavori. «Questo significa che i lavoratori saranno fuori», sottolinea Turrisi. 

Se gli operai impegnati nei cantieri della metro temono per il proprio futuro, altrettanto complicata è la situazione dei colleghi che lavorano al completamento dell'ospedale San Marco di Librino. «Anche lì siamo in una condizione in cui l'ente appaltante chiede di capire se si può continuare - spiega il sindacalista della Cisl - Pure in questo caso l'azienda policlinico si è detta disponibile alla surroga». Ma quello che chiedono i rappresentanti è «passare ai fatti. I lavoratori non possono più aspettare». La speranza del commissario di Tecnis è riuscire ad accedere alle somme avanzate dagli enti appaltanti, Anas soprattutto. «Non abbiamo avuto ancora incontri con l'azienda - dice Turrisi - ma ne conosciamo la situazione, in attuale stallo». E conclude: «Ci aspettiamo che il commissario faccia di tutto per incassare i crediti che possano dare ossigeno ai lavoratori». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews