Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Unict ripianta il carrubo di Falcone e Borsellino
Nella giornata in ricordo delle vittime della mafia

A dicembre l'albero - piantato nel giardino di via Biblioteca in memoria dei giudici nel 2000 - era stato vandalizzato e poi rimosso. Domani, con una piccola cerimonia alle 9, l'ateneo poserà una nuova pianta. Parteciperanno anche gli attivisti che hanno creato in piazza Dante il Giardino delle giuste e dei giusti

Carmen Valisano

Foto di: Carmen Valisano

Foto di: Carmen Valisano

A tre mesi dal suo abbattimento, l'università di Catania pianterà un nuovo albero di carrubo nel giardino di via Biblioteca, a ridosso dell'ex monastero dei Benedettini. L'albero era stato intitolato nel 2000 alla memoria dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, ma a dicembre ignoti lo hanno abbattuto e gli operai del Comune - responsabili della strada - lo hanno tagliato in piccoli pezzi e poi rimosso. Una nuova pianta, più giovane di quella distrutta, verrà posta domani alle 9 in una piccola cerimonia in occasione della giornata in ricordo delle vittime di mafia.

«Lo reimpianteremo prima possibile», aveva assicurato dal primo momento il rettore Giacomo Pignataro, che aveva anche ricordato il ruolo dell'albero nella visione architettonica complessiva nel progetto di Giancarlo De Carlo, autore del restauro del complesso monastico. Verranno coinvolti anche «i residenti del quartiere, Legambiente e una delegazione di studenti del liceo Boggio Lera», racconta Davide Ruffino, consigliere della prima municipalità. Gli stessi che, il mese scorso, hanno creato il Giardino delle giuste e dei giusti a pochi metri di distanza, in piazza Dante. 

Oltre al gesto simbolico di ripiantare il carrubo che ricorda i due giudici, l'ateneo sta lavorando anche a una bozza di convenzione che affidi all'università la gestione dell'unico spazio verde del quartiere Antico Corso. A porre l'attenzione sull'area, negli ultimi anni, è stata l'associazione Officine culturali che lo scorso anno ha avviato un progetto di valorizzazione attraverso il bando Pari del Comune di Catania. Un'iniziativa che ha contribuito a cementare il legame tra i residenti e il complesso benedettino attorno al quale si snoda una delle zone storiche della città, come spiega Ciccio Mannino, presidente dell'associazione. «Per il quartiere prevale il senso di appartenenza per quel luogo», assicura. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×