Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Giarre: si dimette sindaco Roberto Bonaccorsi
«Io ultimo baluardo dell'indipendenza in città»

L'ormai ex primo cittadino ha annunciato la scelta attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. «È un atto di rispetto nei confronti della volontà popolare che non è più possibile stravolgere». Dietro la scelta l'azzeramento della giunta nelle scorse settimane e la mancata intesa con Articolo 4

Dario De Luca

Il mancato accordo per la creazione di una giunta di salute pubblica ha portato il sindaco di Giarre a rassegnare le dimissioni. Ad annunciarlo è lo stesso Roberto Bonaccorsi attraverso un breve post pubblicato sulla sua pagina Facebook: «Lo ritengo un atto di rispetto nei confronti della volontà dei cittadini, emersa dalle ultime elezioni e che non è più possibile stravolgere». Il riferimento tra le righe è quello alla mancata intesa con il gruppo consiliare di Articolo 4, partito espressione del deputato regionale catanese Luca Sammartino

Bonaccorsi proponeva un rimpasto tecnico per trainare il Comune della fascia ionica fino alle prossime elezioni, previste nel 2018. Il tentativo per il rilancio dell'attività politica e amministrativa era iniziato dalla fine di febbraio, quando aveva deciso per l'azzeramento degli assessori. «Lascio con la consapevolezza di essere l'unico baluardo dell'indipendenza di questa città - prosegue nel suo post -. Nei prossimi giorni torneremo ad incontrarci, vi racconterò come sempre la verità». 

Al centro della diatriba ci sono da un lato la presa di posizione di Sammartino e dall'altro le pressioni per entrare in giunta con alcuni esponenti di Articolo 4. Negli scorsi mesi il partito aveva accolto numerosi transfughi diventando il gruppo consiliare più forte all'interno dell'assise comunale di Giarre. Tra di loro numerosi eletti nelle liste del Popolo delle libertà, che nell'ultima tornata elettorale faceva riferimento a Bonaccorsi. 

Dopo le dimissioni, motivate in una lettera che l'ex sindaco ha inviato all'assessore regionale agli Enti locali e alla prefetta di Catania Maria Guia Federico, si potrebbe tornare presto alle urne già nei prossimi mesi. Senza giunta in carica la palla passerà a un commissario di nomina prefettizia che avrà il compito di gestire l'ordinaria amministrazione dell'ente fino all'indizione dei comizi elettorali.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.