Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

San Leone, via T. di Lampedusa nell'abbandono
«Randagi e rifiuti, la situazione è drammatica»

La strada sorge a ridosso di via Palermo. Nata da pochi anni, dopo la costruzione di alcuni complessi realizzati a partire dal 2005, oggi si trova già nel degrado. «Tombini e cavi di rame rubati, cani, spazzatura», elenca un residente. Che aggiunge: «Il quartiere, come tutta la città, è a pezzi». Guarda le foto

Carmen Valisano

Una strada nata da pochi anni, dopo la costruzione di alcuni complessi realizzati tra il 2005 e il 2009, ma lasciata all'abbandono e al degrado. È via Tomasi di Lampedusa, piccola arteria delimitata dal torrente Acquicella da una parte e da via Palermo dall'altra, nel quartiere San Leone. «La situazione è drammatica», dice senza mezzi termini un residente. «Tombini e cavi di rame rubati, cani randagi, spazzatura - elenca - Siamo circondati solo da problemi». Ad aumentare il disagio degli abitanti della zona contribuisce anche la mancanza di sicurezza

«Appena usciamo di casa rischiamo di essere travolti dalle macchine - racconta l'uomo - A volte troviamo anche auto rubate e carcasse», precisa. «Non ci sono strisce pedonali, eppure qui vicino abbiamo una scuola e una chiesa frequentati anche da bambini». In questi anni sono state numerose le segnalazioni al Comune e ai vigili urbani, «ma non è stato fatto nulla. È una zona che non interessa a nessuno». Il confine con il torrente Acquicella è segnato da un basso muretto, scavalcato senza problemi da quanti utilizzano l'area come una piccola discarica. «È facilissimo buttare di tutto, soprattutto materiale edile - dice il cittadino - Da due anni a questa parte tutto rimane lì». 

A pochi metri dalla via intitolata all'autore de Il Gattopardo si trova uno degli accessi al parco Gemmellaro, area verde comunale che da anni versa in pessime condizioni. «Ci sono più randagi che bambini - commenta amaramente il residente - La sera vengono dei ragazzi, è tutto vandalizzato». La vita quotidiana è difficile e nonostante una casa di proprietà acquistata con sacrifici, «se posso me ne scappo - confessa l'uomo - Ho un figlio, vorrei che crescesse in una zona migliore». Il quartiere, «come tutta la città, è a pezzi». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×