Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ragalna, bambino salva fratellini da incendio
Lo zio: «Diego si è comportato come adulto»

Carlo e Guido, cinque e sette anni, si trovavano all'interno dell'abitazione del nonno quando è scoppiato un incendio. A portarli incolumi in salvo, dopo avere chiamato i pompieri e l'ambulanza, è stato Diego, che ha dieci anni e vive al piano di sotto

Salvatore Caruso

Momenti di paura, stamattina, per tre bambini rispettivamente di cinque, sette e dieci anni residenti in via dei Castani, a causa di un incendio che ha interessato l'abitazione che si trova nella zona Rocca di Ragalna. Il rogo è scoppiato poco prima delle 9 nella cucina dell’appartamento del primo piano, dove in quel momento si trovavano due bimbi, Carla di cinque anni e il fratello Guido di sette anni. Erano nella casa dei nonni, da soli e stavamo dormendo: il nonno si era allontanato per accompagnare a lavoro la moglie. I loro genitori invece erano a lavoro.

A causa di un corto circuito originato da un punto luce della cucina, le scintille hanno colpito un divano, da dove poi le fiamme si sono rapidamente estese al resto della cucina. Il denso fumo ha svegliato i piccoli che presi dal panico hanno iniziato a urlare. Nel frattempo al piano terra il fratello più grande Diego, dieci anni, anche lui da solo, avendo sentito le grida prima chiama il 118 e successivamente il 115. Nell'attesa dei soccorsi sale al primo piano e senza farsi prendere dal panico mette al sicuro gli altri due bambini.

Al contempo i carabinieri hanno fatto irruzione dentro casa, salendo dal balcone del primo piano attraverso una scala messa loro a disposizione da un vicino. Mettendo così definitivamente in salvo i tre bambini. Gli uomini del 115 del distaccamento di Adrano hanno spento in meno di due ore le fiamme; parte dell’appartamento al primo piano è ora inagibile. Per i piccoli, illesi, solo tanto spavento. «È stata una brutta esperienza ma è andato tutto bene – afferma Enzo Messina, zio dei tre piccoli, nonché presidente del locale consiglio comunale - Diego si è comportato da persona adulta. Ha tranquillizzato i fratelli e una volta capita la situazione li ha portati al sicuro».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×