Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Isola Quassùd, integrazione attraverso l'arte e il cibo
La presidente: «Percepire l'altro non come diverso»

L'associazione ha ideato il progetto Life is beautiful. Ragazzi italiani e stranieri si cimenteranno, fino a luglio, in laboratori di teatro ma anche di cucina e giornalismo. «Vorrei mettere soldi da parte per tornare nel mio paese come fisioterapista», racconta Renata, che proviene dalla Guinea-Bissau

Giorgia Lodato

«Il mio futuro? Mi importa solo essere felice, accanto alle persone che amo e nella mia amata terra, l'Eritrea». L’augurio della 23enne Yrghalem non è diverso da quello degli altri ragazzi di Isola Quassùd, l’associazione - che fa dell’integrazione il suo punto forte - figlia della regista Emanuela Pistone. Sono tanti i ragazzi che ne sono parte, alcuni nati in Italia, altri arrivati via mare. Come M., diciannovenne egiziano a Catania dal 2013, che da un anno frequenta l'Istituto alberghiero Karol Wojtyla di Monte Po. «Non avevo mai pensato veramente al mio futuro - racconta - prima di arrivare in Italia. Mi piacerebbe avere una famiglia e un buon lavoro e poter tornare nel mio paese».

Insieme a tutti gli altri ragazzi Yrghalem ed M. partecipano al progetto ideato dall'associazione Life is beautiful, vincitore del bando MigrArti 2016 - sezione spettacolo, promosso dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Un progetto in linea con le attività svolte fino ad ora dall’associazione, che mette giovani migranti e studenti italiani al centro di ogni iniziativa, con lo scopo di creare, attraverso spettacoli, laboratori, corsi di formazione e lezioni di lingua, i presupposti necessari a un riconoscimento delle proprie identità culturali, che è poi indispensabile per favorire lo scambio tra civiltà e la conoscenza di nuove culture.

Dal 2004 la parola che riecheggia è intercultura, accanto a dialogo e condivisione. Ma anche cibo, che «da sempre - spiega Pistone - costituisce un elemento di unione tra i popoli». Grazie al crowdfunding di Laboriusa, l’associazione ha acquistato una cucina e l’occorrente di cui necessitano i ragazzi per sperimentare il loro talento dietro ai fornelli. «La nostra esperienza di home restaurant – continua la regista - ci dimostra quanto ci si liberi dai pregiudizi davanti a un piatto invitante accompagnato dalla breve storia della sua origine e arricchito dalle performance estemporanee dei nostri cuochi».

Il progetto prevede un laboratorio interdisciplinare di teatro condotto da Pistone, tre workshop di espressione corporea, performing art e narrazione condotti dall'attore e musicista ivoriano Rufin Doh Zeyenouin, dall'attore e pedagogo Christian Di Domenico e dalla ballerina e coreografa del Sud Africa Mamela Nyamza. «L'esperienza del teatro libera dai confini della lingua, della cultura, della società, della contingenza – spiega la Pistone - Regala gli strumenti del sogno ma allo stesso tempo, come dice Leo De Berardinis, è una grande forza civile, toglie la vigliaccheria del vivere, toglie la paura del diverso, dell’altro, dell’ignoto, della vita, della morte».

L’iniziativa - che si svolgerà da aprile a luglio - vanta diversi partner, come Comune di Catania, progetto Immigrati-Casa dei Popoli, Catania Città Metropolitana, Università di Catania, CoSMICA (Centro per gli Studi sul Mondo Islamico Contemporaneo e l’Africa), Radio Zammù, associazione culturale Ingresso Libero e Istituto Karol Wojtyla. Dove sono in programma anche alcuni incontri. Verrà messa in scena la performance Life is Beautiful - un rito di comunione per le vittime del Mediterraneo, interpretata da Isola Quassùd liquid company, e si terranno i meeting Food&Culture. «Il confronto tra giovani e giovanissimi che hanno la stessa età e le stesse abitudini ma provenienze diversissime - commenta Pistone - è essenziale per la percezione dell'altro non come diverso, ma come un altro me».

Da maggio, inoltre, sarà possibile ascoltare sulle frequenze di Radio Zammù Intersezioni africane: quattro puntate con protagonisti studenti universitari italiani e stranieri coinvolti in un lavoro di ricerca giornalistica. La ventiduenne Renata, per esempio, è arrivata in Italia dalla Guinea-Bissau proprio per studiare. Frequenta l’ultimo anno di Fisioterapia e sogna di trovare un lavoro: «Vorrei mettere soldi da parte per tornare nel mio paese come fisioterapista esperta e costruire una struttura di riabilitazione, considerato che nel mio paese ce n'è di bisogno».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews