Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Festa de l'Unità, Catania bene comune resta fuori
Iannitti: «Sono stato bloccato all'ingresso della villa»

Il leader del movimento politico etneo viene lasciato alla porta dell'ennesima manifestazione pubblica che coinvolge il sindaco Enzo Bianco. Stavolta gli agenti di polizia lo hanno bloccato all'ingresso del giardino Bellini. «Ho precisato che ero da solo, mi hanno detto che non posso entrare», racconta Matteo Iannitti 

Luisa Santangelo

Ingresso da piazza Roma blindato, così come quello da via Domenico Cimarosa. E dalla parte di via Etnea, invece, vengono perquisite le borse di chi vuole entrare alla villa Bellini. È in questo clima che inizia la festa nazionale de l'Unità a Catania. La partenza è prevista per le 18.30, quando sul palco saliranno Rosario Crocetta, Enzo Bianco, Debora Serracchiani, Matteo Orfini, Fausto Raciti ed Enzo Napoli. E mentre loro si preparano a essere accolti da popolo democratico etneo, c'è chi viene lasciato all'ingresso: a rimanere fuori, come ormai tradizione, è Matteo Iannitti, leader del movimento politico Catania bene comune. Bloccato all'ingresso dagli agenti della polizia di Stato: «Mi hanno detto che devono chiedere il permesso al dirigente».

Iannitti lo racconta ridendo. Dopo che gli è stato impedito di partecipare al bilancio di metà mandato del sindaco Enzo Bianco e dopo essere rimasto alla porta in più di un'occasione ufficiale, adesso incassa anche l'attesa davanti ai cancelli del parco cittadino. «Io ho puntualizzato che ero da solo - prosegue Iannitti - Insomma, io alla villa Bellini ci vengo sempre a portare fuori il cane con la mia fidanzata, e adesso mi lasciano fuori». Nei giorni scorsi, peraltro, proprio la questura lo ha convocato per parlare della festa democratica. 

«Mi hanno domandato quali fossero le intenzioni di Catania bene comune durante gli interventi dei ministri - continua il politico - noi abbiamo spiegato che avremmo contestato com'è nel nostro stile». Un incontro al quale non si aspettava che seguisse il diniego di accesso. «Sono arrivato come semplice cittadino e mi hanno risposto "Iannitti, lei non può passare". Ho dovuto spiegare che sono venuto solo a vedere come hanno organizzato tutto - conclude - È un mio diritto guardare quello che hanno fatto della villa Bellini e sentire quello che hanno da dire i miei amministratori. Ma sono rimasto fuori. Se non mi venisse da ridere, ci sarebbe da preoccuparsi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×