Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

In margine al dibattito: la questione di Piazza Dante

Parcheggi, carenza di spazi per la didattica, elevati costi di gestione dell’ex Monastero: questi i temi emersi prepotentemente in margine al dibattito coi candidati rettore nell’auditorium dei Benedettini

Noemi Coppola

L'adunanza per discutere i programmi dei candidati alla carica di rettore, che ha visto per la prima volta riuniti insieme nell'auditorium “Giancarlo De Carlo” i docenti delle tre facoltà di Lettere, di Lingue e di Scienze della formazione, non ha fatto registrare interventi di rilievo. Nel silenzio dei docenti sono stati i tre presidi di facoltà a monopolizzare il dibattito, sotto forma di domande ai candidati. Far West del parcheggio, attribuzione di nuovi spazi alle facoltà, costi di gestione dell'ex Monastero dei Benedettini: questi i temi emersi prepotentemente. Ed affrontarli ormai si deve, a compimento del restauro del complesso delle Verginelle, in vista dello sbarco dei cinquemila studenti di Scienze della formazione che contribuirà a rendere l'area di piazza Dante sempre più ingovernabile.

Poco prima, l'assemblea era stata “gelata” da una gaffe del prof. Licata, che aveva ipotizzato – quale contributo alla soluzione dei problemi del traffico - uno spostamento della facoltà di Lingue, definito “corso di laurea in Lingue”, nei locali di via Androne, quando, in seguito al completamento delle “Torri biologiche”, il corso di laurea in Scienze biologiche verrà trasferito alla Cittadella. Ma il Rettore in carica si è affrettato a correggerlo, definendo con una battuta una simile soluzione “il sogno del preside Iachello”. Mentre il professor Recca ha tenuto a precisare che, rimanendo svegli, i Benedettini sono sede della facoltà di Lettere e della facoltà di Lingue e che, in un futuro che non è affatto immediato, i nuovi spazi resi disponibili in via Androne verranno assegnati ad entrambe.

Il professor Licata ha provato a recuperare indicando l'area dell'ex deposito AMT di via Plebiscito come possibile soluzione alla questione del parcheggio. La preside di Scienze della formazione, da parte sua, ha informato di stare prendendo in considerazione l'ipotesi di convenzioni (molto onerose) con autorimesse private. Né poteva mancare l'intervento della candidata architetto. La professoressa Zaira Dato ha osservato che non ci si può limitare al reperimento di qualche area di parcheggio e che, con ventimila studenti concentrati in una delle aree più dense del centro storico, si tratta di un problema cittadino che andrebbe affrontato con la dovuta competenza e risolutezza, anche come “questione di civiltà”.

I presidi di Lettere e di Lingue, professori Iachello e Famoso, hanno posto la questione degli onerosi costi di gestione dell'immenso complesso dell'ex Monastero, che attualmente gravano sul bilancio delle due facoltà. Lo studente Antonino Currao, di Scienze della formazione, si è incaricato di sottolineare l'urgenza di una mensa nel centro storico.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews