Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, a fuoco auto di una casalinga
Accertata matrice dolosa dell'incendio

Giunti sul posto pochi minuti dopo la telefonata di alcuni vicini, i vigili del fuoco e la polizia di Adrano hanno appurato la natura non casuale del rogo. A farne le spese una Lancia Y di proprietà di una signora 62enne residente nel centro cittadino. Si valuta ipotesi ritorsione o vendetta trasversale

Salvatore Caruso

Un incendio doloso ha colpito questa notte un'automobile nel centro di Adrano. A prendere fuoco, poco dopo le due del mattino, una Lancia Y di proprietà di una casalinga di 62 anni. L'allarme è stato dato dai residenti del posto che, svegliati dal boato di vetri rotti, hanno chiamato la centrale operativa dei vigili del fuoco. Arrivata in pochi minuti, la squadra di pompieri ha trovato l’auto avvolta dalle fiamme nella parte posteriore. Il rogo è stato domato in breve tempo, prima che le fiamme si estendessero al resto dell’autovettura. Sul posto anche gli agenti di polizia del commissariato di Adrano.

Il sopralluogo nella zona, fatto dalle forze dell'ordine, ha permesso di appurare con un elevato grado di accuratezza, la matrice dolosa del gesto. Prima di tutto perché le fiamme sono partite dal retro dell’abitacolo. In secondo luogo, gli inquirenti hanno notato una forte puzza di benzina che proveniva dall'esterno del mezzo. Gli investigatori hanno ascoltato la proprietaria formulando due ipotesi; da un lato una possibile ritorsione per una diatriba col vicinato, oppure una vendetta trasversale, per colpire qualche familiare della donna . 

Al vaglio degli inquirenti anche le immagini di video-sorveglianza presenti nella zona. Sempre ad Adrano, durante la notte, ignoti hanno provato ad introdursi all’interno del primo circolo didattico Sante Giuffrida. A fare la scoperta il personale non docente della scuola che ha trovato segni di effrazione in uno degli infissi della struttura. Il fatto è stato regolarmente denunciato. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews