Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Modena City Ramblers: “La nostra musica militante”

Step1 a colloquio con la piccola orchestra itinerante dei MCR che ha suonato a Belpasso contro tutte le mafie. Le considerazioni musicali e politiche di un “gruppo di quarantenni che non si sente in grado di incitare la gente a fare la rivoluzione”…

Molti dei ragazzi al di sotto dei vent'anni hanno sentito parlare per la prima volta dei Modena City Ramblers mentre stavano davanti alla televisione, l'1 Maggio, a guardare il concerto in p.zza S. Giovanni a Roma.

Il presentatore di turno li avrà descritti sicuramente come “quelli che di questo palco hanno fatto la storia”, e le migliaia di persone nella calca del concertone avranno iniziato a gridare, a saltare, a ballare.

I non-ancora-ventenni di fronte allo schermo saranno rimasti affascinati.

Quelli che, invece, i vent'anni li hanno passati, di Modena City Ramblers sentono parlare da più tempo, e avranno approvato, ad esempio, la canzone ispirata a quel film, quello che racconta la storia di un uomo che ha avuto il coraggio di scrivere che odiava la mafia, pur avendo un “cognome ingombrante e rispettato”. Sì, proprio quel film: “I cento passi”. I cento passi che separavano la casa di Peppino Impastato da quella del boss Gaetano Badalamenti.

La piccola orchestra itinerante dei Modena s'è fermata a Belpasso, il 7 Maggio, e ha risposto alle domande di Step1.
 
Durante il tour di “Bella Ciao” è nato il progetto di “Onda libera”. Una riflessione sulla situazione politica e sociale italiana e sulla nostra disillusione nei riguardi dei partiti della sinistra.

Il nuovo album si pone in continuità con quelli precedenti e, dal punto di vista tematico, non rinuncia alla militanza politica: “Per fortuna esiste un'altra Italia che non si riconosce nei suoi rappresentanti attuali e che vuole cambiare…”
 

La mafia è un problema nazionale, non di quattro regioni del Sud.

La collaborazione tra Libera e i Modena è stata spontanea, come ci racconta uno dei ragazzi della Carovana: “E' stato un bel modo per ricondurre ad un punto comune due esperienze: l'antimafia sociale e la musica.”
 

La nostra idea di libertà è come la bandiera della copertina del cd: malridotta….

Di “Onda Libera” i Modena City Ramblers hanno scritto i testi, li hanno suonati e li hanno prodotti. Ne hanno voluto curare anche la veste grafica, mettendo in primo piano “un'ipotetica bandiera di libertà, che ne ricorda tante ma non è quella di nessuno stato”.

«Ci viene da pensare che la paura del diverso di questi anni riecheggi quella esplosa nell'Europa di sessant'anni fa.»

“Figli del vento” è un inedito che parla dei Rom. Da questa canzone può trarsi un pensiero che arrivi al concetto di integrazione, che è “una strada inevitabile, che va intrapresa. Musicalmente, dalle culture differenti a noi è arrivata una grande forza.”
 

Non suoniamo più “Contessa”, per questo abbiamo scritto “Mia dolce rivoluzionaria”.

Il mondo è molto cambiato dagli anni Settanta, e noi vogliamo trovare un percorso che interpreti il cambiamento”, eppure, alla fine del concerto a Belpasso, c'era chi, a gran voce, richiedeva “Contessa”, intonandola con forza.
 

«La terra dev'essere vissuta»

E' stretto il legame tra la Sicilia e i Modena City Ramblers, che l'hanno cantata più volte. Da “La banda del sogno interrotto” a “I cento passi”, fino ad arrivare a “Terra libera”, alla cui base sta proprio un pensiero per la nostra isola.


 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews