Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ipi-Oikos, prefetto proroga gestione commissariale
Bianco: «Scongiurato licenziamento 80 lavoratori

Il prefetto di Catania Maria Guia Federico ha firmato in tarda serata la proroga dell'affidamento dell'azienda che si occupa della raccolta di rifiuti a Catania alla gestione commissariale. Senza la firma sarebbero divenuti operativi i licenziamenti

Redazione

Il prefetto di Catania Maria Guia Federico ha firmato la proroga dell'affidamento di Ipi e Oikos alla gestione commissariale. Lo ha annunciato l'amministrazione comunale di Catania, il cui servizio di smaltimento e gestione dei rifiuti è affidato all'azienda, attualmente in amministrazione controllata. 

«Ringrazio la prefetto Maria Guia Federico per aver firmato la proroga dell'affidamento di Ipi e Oikos alla gestione commissariale, consentendoci così di scongiurare il licenziamento di un'ottantina di lavoratori», ha affermato il sindaco di Catania Enzo Bianco. L'amministrazione aveva sollecitato il provvedimento prefettizio, che ha consentio - prosegue la nota comunale - «di evitare che i licenziamenti, riguardanti contratti a tempo determinato, diventassero operativi. Dopo la firma a tarda sera, il vicesindaco Marco Consoli, l'assessore all'Ecologia Rosario D'Agata, il dirigente comunale Salvo Raciti e il vicesegretario generale Uccio Russo hanno lavorato fino a tarda notte hanno per prorogare il contratto di servizio tra l'amministrazione comunale e l'Ipi-Oikos». 

Sulla procedura seguita c'era stata da parte dell'amministrazione un'interlocuzione con una valutazione da parte dell'Anac, l'Autorità anticorruzione. La vicenda è stata seguita anche dai sindacati, che si sono confrontati con l'amministrazione «in modo costruttivo», spiega il Comune.

Nel settembre del 2014 la Prefettura, visto il rischio di provvedimenti interdittivi antimafia nei confronti delle due aziende, seguendo le linee guida per la prevenzione dei fenomeni di corruzione indicate dall'Anac, aveva trasferito ai commissari nominati per Ipi e Oikos i poteri di temporanea gestione delle società limitatamente all'appalto del servizio di igiene urbana a Catania. Ciò aveva consentito di evitare che in città potessero nascere problemi di carattere igienico sanitario.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×