Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Museo egizio, apertura prevista entro il 2017
«Una mostra come prima iniziativa di rilievo»

Dopo la sottoscrizione dell'accordo riguardante la creazione di una sede museale di Torino a Catania, sono già in programma alcuni eventi come primo step nella sezione siciliana. «Si tratta di una collaborazione molto complessa negli aspetti giuridici e burocratici» spiega a MeridioNews l'assessore Orazio Licandro

Eleonora Bufalino

Foto di: Museo egizio

Foto di: Museo egizio

L'apertura della succursale del Museo egizio di Torino a Catania dovrebbe avvenire entro la fine del 2017, ma il prossimo passaggio potrebbe essere la presentazione di una mostra che da Torino verrà trasferita e ospitata nella futura sezione catanese di via Crociferi. A spiegarlo a MeridioNews è l'assessore alla Cultura Orazio Licandro. «Si tratta di una collaborazione molto complessa negli aspetti giuridici e burocratici - afferma -. L'inizio dell'attività della sede museale etnea sarà consequenziale allo svolgimento di una mostra che dovrebbe essere allestita nel capoluogo piemontese il prossimo Marzo. In seguito sarà spostata da noi e rappresenterà la prima iniziativa di particolare rilievo culturale riguardante l'apertura del museo».

Nei giorni scorsi è stata firmata a Torino la sottoscrizione dell'accordo quadro finalizzato all'apertura della succursale etnea del museo. Tra i presenti la presidente Evelina Christillin e il direttore Christian Greco, i quali, in presenza della soprintendente piemontese Luisa Papotti, hanno incontrato il sindaco di Catania Enzo Bianco e l'assessore Licandro.

In pieno accordo con il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, il Museo egizio intende valorizzare una selezione di reperti egizi - attualmente custoditi nei depositi di via Accademia delle Scienze - affiancandoli ad alcune collezioni ellenistiche presenti in Sicilia, da esporre nel Convento dei Crociferi, che si trova nell'omonima via, famosa per il prestigio e la bellezza del suo barocco nonché riconosciuta come patrimonio dell'Unesco.

«Il Ministero - assicura la soprintendente per Archeologia, belle arti e paesaggio di Torino Luisa Papotti - sostiene fortemente l'iniziativa della città di Catania poiché offre l'opportunità di veicolare un modello culturale e gestionale di successo». Il sindaco Bianco sottolinea che «si tratta del primo caso italiano di collaborazione fra una grande museo internazionale e una città che punta sulla valorizzazione dei beni culturali come volano di sviluppo e di cambiamento».

Le parole della presidente del Museo egizio piemontese Christillin testimoniano l'importanza di questo accordo che «ci consente di proseguire un percorso di diplomazia culturale iniziato con progetti di inclusione sociale che a Catania e in tutta la Sicilia potranno coinvolgere nuovi pubblici e i legami tra i popoli e le culture del Mediterraneo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×