Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

La prima volta? È arrivata tardi

Un aspirante docente (esordiente) racconta le sue convocazioni per il nuovo anno scolastico. Dodici mesi fa, avrebbe ottenuto la cattedra. Adesso è rimasto fuori. Come tanti altri. Cronaca di tre giornate trascorse tra stanchezza e rabbia: con i vecchi amici che si trasformano in avversari da scavalcare a ogni costo

Gianluca Nicotra

Sono un docente precario. Uno dei tanti reduci da 2 sbarra 3 giorni di attese snervanti. Eh già: per alcune classi di concorso ci sono voluti tre giorni perché gli aspiranti insegnanti potessero conoscere il loro destino. Ad ospitare le famigerate “convocazioni” la scuola Ipssar Wojtyla di Monte Po. Una sede probabilmente inadatta ad accogliere tutta quella gente, accalcata sotto il sole ad attendere le chiamate. Al mio arrivo, alle 15 del 28 agosto, nella succursale di via Raccuglia – dove si assegnano le cattedre per le scuole superiori – attira la mia attenzione la presenza di una pattuglia di carabinieri. Non ho esperienza di convocazioni, per un attimo penso che si tratti di una cosa normale. Ma poco dopo si comincia a parlare di quel che è accaduto la mattina. Ci sono stati dei tafferugli fra alcuni docenti che concorrevano per il sostegno. Litigavano per tre posti. Tre posti che non comparivano nell'elenco delle disponibilità, ma che a loro parere dovevano essere disponibili per le supplenze. Si parla tanto di cattedre fantasma, non dichiarate alle convocazioni. Ma al momento non è ancora possibile comprovare questa situazione. Si vedrà alla fine, dopo che tutti i posti saranno stati assegnati. Si comincia bene dunque. E ancora non abbiamo visto niente.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×