Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Calcio Catania: esonerato Rigoli, arriva Petrone
Il contratto salta dopo la sconfitta contro l'Akragas

È costato caro l’insuccesso in trasferta per l’allenatore rossazzurro. Le parti hanno optato per la «risoluzione consensuale» del contratto. In panchina arriva Mario Petrone, 43 anni, alla guida dell'Ascoli in serie B fino a novembre 2015

Adriano Nicosia

Foto di: Adriano Nicosia

Foto di: Adriano Nicosia

La sconfitta esterna contro l’Akragas è costata la panchina al tecnico rossazzurro Pino Rigoli. Lo ha comunicato la società tramite un comunicato stampa in cui viene specificato che il tecnico e il suo vice Alessandro Russo hanno optato per la «risoluzione consensuale». Il nuovo tecnico del Catania è Mario Petrone. Petrone, 43 anni, è stato allenatore dell’Ascoli in serie B fino a novembre del 2015. La notizia è ufficiale da pochi minuti.

Le sirene d’allarme erano già scattate nel post gara di Agrigento, a seguito dell’ennesima prestazione incolore dei rossazzurri che ancora una volta non sono riusciti a fare risultato in trasferta. L’ormai ex tecnico rossazzurro Pino Rigoli dopo 25 giornate di campionato ha ottenuto 35 punti, piazzando il Catania in ottava posizione. Ma i numerosi insuccessi al di fuori delle mura amiche dello stadio Angelo Massimino, e la mancanza di un’identità di gioco che si è manifestata più volte durante questa stagione, sono costate la panchina al tecnico di Raccuja.

La squadra etnea ha, infatti, ottenuto un solo successo esterno con il Cosenza conquistando appena dieci punti in 12 partite disputate fuori casa, bottino troppo magro per le velleità da playoff che ha il Catania. Nella stanza dei bottoni di Torre del Grifo, l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco e il direttore sportivo Christian Argurio hanno deciso di dare una sterzata alla guida tecnica del Catania.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×