Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Aggressione al Vittorio Emanuele, sette arresti
Il commando è accusato di lesioni e minacce

Gli indagati sono accusati a vario titolo dei reati di lesioni aggravate, violazione di domicilio, interruzione di pubblico servizio e minacce a pubblico ufficiale. L'aggressione era avvenuta la sera dell'1 gennaio al pronto soccorso dell'ospedale catanese di via Plebiscito

Marco Militello

La polizia ha arrestato i presunti aggressori del medico del pronto soccorso dell'ospedale Vittorio Emanuele. Gli agenti hanno dato esecuzione a un'ordinanza nei confronti di sette persone. Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, dei reati di lesioni aggravate, violazione di domicilio, interruzione di pubblico servizio e minacce a pubblico ufficiale. Le indagini condotte dalla squadra mobile avrebbero consentito di individuare i presunti autori dell'aggressione avvenuta la sera dell'1 gennaio scorso nei confronti del medico di servizio presso il pronto soccorso dell'ospedale catanese.

Secondo gli inquirenti il pestaggio era scaturito dopo una duplice richiesta verbale, la seconda con il supporto di un parente operatore del 118, avanzata a un medico che si trovava presso il triage: gli aggressori avrebbero preteso di conoscere l’identità di una donna ricoverata nel pomeriggio dopo un incidente stradale. Ovviamente, attenendosi a quanto prescritto per legge, il medico si era opposto, argomentando che non era legittimato a fornire le generalità di pazienti a chi non è diretto congiunto.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×