Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Esplosione via Crispi, i dati della rete del metano
Lavori fermi da anni e il nodo vendita Asec trade

Dopo lo scoppio della palazzina, causato da una fuoriuscita di gas della quale bisogna capire ancora le cause, torna al centro dell'attenzione la metanizzazione. Intanto sono stabili le condizioni cliniche di Arturo Russello, il 60enne dalla cui casa sarebbe partita la deflagrazione, e della piccola Malika, la bimba di dieci mesi

Luisa Santangelo

Foto di: Cassandra Di Giacomo

Foto di: Cassandra Di Giacomo

Le condizioni di Arturo Russello sono stazionarie. Non esce dal reparto di Rianimazione dell'ospedale Civico di Palermo non per le ustioni (di secondo grado, sul 15 per cento del corpo) ma per la sua situazione respiratoria, compromessa dall'inalazione del gas. È il 60enne dalla cui abitazione, al primo piano di via Francesco Crispi 111, sarebbe partita la deflagrazione che ha fatto crollare l'intero stabile e reso inagibile il palazzo vicino. La piccola Malika, la bimba di dieci mesi, è stabile anche lei all'ospedale Garibaldi di Nesima. È in Rianimazione pediatrica e i medici hanno fatto dei tentativi per farla respirare senza l'aiuto dei macchinari: ce l'ha fatta e adesso i sanitari sperano per il meglio. Nelle prossime ore la risveglieranno dal coma farmacologico. Nelle sue condizioni che la situazione rimanga stazionaria è una buona notizia. A due giorni dalla tragedia, i punti oscuri sono ancora tanti. Così come i temi che fanno discutere: non ultimo quello sullo stato della metanizzazione della città. Ferma da quando è stato realizzato l'ultimo tratto della nuova rete: era il 2014 e venivano coperti Barriera e Picanello. Allo stato attuale, la rete del gas coprirebbe circa il 70 per cento della città

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×