Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Lombardo, assolto da concorso esterno a mafia
Ma condannato a due anni per voto di scambio 

L'ex presidente della Regione era accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio. Per lui la procura generale aveva chiesto sette anni e otto mesi. Sull'esito positivo della prima imputazione non ci sperava nemmeno il suo avvocato: «Sensazioni? Bruttissime», commentava stamattina

Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

In questa storia Raffaele Lombardo è stato il protagonista e, nell'eventualità di un ricorso, continuerà a esserlo. Lo spartito non è cambiato nemmeno oggi, nel giorno in cui le giudici della corte d'Appello lo hanno assolto per concorso esterno in associazione mafiosa perché «il fatto non sussiste» e lo hanno condannato a due anni per voto di scambio aggravato con sospensione della pena. La procura generale aveva chiesto una condanna a sette anni e otto mesi. Sull'esito positivo della seconda tornata di questa vicenda giudiziaria, che ha la sua genesi nel 2010, non ci sperava nemmeno uno dei suoi legali, l'avvocato Alessandro Benedetti: «Sensazioni? Brutte, bruttissime», sussurrava questa mattina prima dell'arrivo della corte. Lombardo, nonostante il suo proverbiale presenzialismo, questa volta si è affidato alla scaramanzia disertando l'aula. Affollata invece dai fedelissimi. Dal fratello Angelo al nipote Salvatore, passando dal consigliere comunale Ludovico Balsamo all'ex parlamentare regionale Mpa Roberto Di Mauro. Una mossa a sorpresa che ha spiazzato tutti ma che ricorda il processo per voto di scambio in cui era imputato insieme al figlio Toti. Anche in quel caso era andato via prima della sentenza. Una scelta già attuata da Calogero Mannino, in un'altra occasione, vero e proprio padrino politico di Lombardo.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×