Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Tecnis, il Mise nomina Ruperto amministratore
Apprezzamento da Enzo Bianco e dai sindacati

Era stato proprio il primo cittadino catanese, nei giorni scorsi, a sollecitare il ministero. Cgil, Cisl e Uil soddisfatti: «Ora procedere con il pagamento degli arretrati». L'azienda di costruzioni si trova in una difficile situazione finanziaria, nonostante crediti per decine di milioni

Redazione

Foto di: Marco Di Mauro

Foto di: Marco Di Mauro

Ieri, in mattinata, il ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda ha firmato l'atto di nomina di Saverio Ruperto nel ruolo di amministratore unico della Tecnis, azienda catanese per altro ammessa all'amministrazione straordinaria speciale. La società di costruzioni, com'è noto, è in difficili condizioni finanziarie nonostante vanti crediti per decine di milioni di euro da enti locali e amministrazioni pubbliche. A richiedere con forza la nomina di un amministratore era stato nei giorni scorsi il sindaco Enzo Bianco, che ieri ha espresso compiacimento in merito alla scelta del Mise attraverso una nota stampa. 

Il nome di Ruperto, in passato anche commissario dell'azienda, soddisfa anche i sindacati. «La nomina - recita un comunicato di Cgil, Cisl e Uil - arriva in spirito di continuità operativa e gestionale con quanto già realizzato in questi mesi. Adesso è necessario dare il via ad una fase operativa e gestionale, nonché all'immediato pagamento delle retribuzioni arretrate per tutti i lavoratori». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×