Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Ognina, sassi contro macchine e carabinieri
Danni alle vetture e a un mezzo dei pompieri

Per circa quattro ore un cittadino romeno, ieri pomeriggio, si è arroccato su una antica torretta, lanciando massi contro le forze dell'ordine che volevano fermarlo. Macchine bloccate e cittadini spaventati, ma intorno alle 18 gli uomini dell'Arma sono riusciti a bloccarlo. Riportando la situazione alla normalità 

Mattia S. Gangi

«Sono arrivata con la macchina alla rotonda di Ognina, dopo i distributori della Agip, quando ho visto uno schieramento di carabinieri e un sacco di gente che guardava. Mi sono fermata per chiedere se potessi passare e gli agenti mi hanno urlato di scappare. Ho capito che stava succedendo qualcosa di brutto perché c'erano anche i vigili del fuoco con una scala e la tensione era palpabile». Inizia così il racconto di una cittadina che, ieri pomeriggio, intorno alle 18 ha assisto - inconsapevolmente - all'arresto rocambolesco di un cittadino romeno, Alexandru Andrei Pirlea, che dopo essere fuggito al fermo delle forze dell'ordine, è riuscito a rifugiarsi all'apice di una antica torre in via Medea

Lì è rimasto per circa quattro ore, lanciando sassi alle vetture, alle persone, agli uomini dell'Arma e ai vigili del fuoco intervenuti per fornire la scala che, infine, ha consentito agli agenti di ammanettare l'uomo. La situazione, come prevedibile, ha inoltre provocato problematiche di circolazione in quel particolare punto che, dal lungomare di Catania, porta verso la zona di Scogliera e Cannizzaro. «Il fuggitivo si è introdotto all'interno di un terreno, in un palazzo - raccontano i pompieri - in un punto molto alto rispetto alla strada e, per questo, siamo arrivati con un'autoscala per aiutare le forze dell'ordine presenti sul posto». 

«Da quel punto - aggiungono - l'uomo lanciava dei massi che hanno sfondato il vetro del nostro mezzo ma, fortunatamente, non hanno ferito nessuno dei nostri né i carabinieri. La cosa è andata avanti per ore, dalle 14 fino alle 18, quando poi è stato arrestato». Non prima di una violenta colluttazione con gli agenti che l'uomo avrebbe provato a ferire con dei cocci di bottiglia. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri sarebbero almeno tre le auto che hanno riportato danni provocati dal lancio delle pietre.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×