Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Solarium p.zza Europa, mancano servizi disabili
«Scaletta è fatta male e non ci sono posti auto»

Dopo l'apertura della piattaforma comunale si registrano alcuni problemi per chi ha difficoltà nella deambulazione. La discesa riservata è molto ripida, senza una piattaforma finale per l'ingresso in acqua, e non è previsto un servizio di accompagnamento, come racconta Salvo Mirabella di Come ginestre

Mattia S. Gangi

Da circa una settimana il solarium di piazza Europa è stato completato e aperto ai bagnanti. Come ogni anno però sembrano non mancare le criticità riguardo la balneabilità delle acque e l'accessibilità per le persone disabili. Nonostante la presenza di percorsi dedicati, la scaletta riservata all'ingresso in acqua sembrerebbe incompleta e attualmente non utilizzabile. Ma non solo. A mancare è anche un servizio specifico per l'assistenza - non previsto tra i compiti del personale di salvataggio dell'associazione Gruppo Nettuno Catania - e posti auto riservati in prossimità della struttura. «La scivola che conduce a mare - spiega a MeridioNews Salvo Mirabella, presidente dell'associazione Come ginestre -  è troppo pendente per una persona in sedia a rotelle e l'ingresso in acqua è senza piazzola, come invece a San Giovanni Li Cuti». 

Come spiega Mirabella, una persona disabile ha bisogno di scendere dalla carrozzina, «essere adagiata su una piattaforma e portata lentamente verso l'acqua», una possibilità che non è prevista nel contratto dei bagnini e che, senza un accompagnatore personale, è praticamente impossibile da svolgere in modo autonomo per chi ha problemi di deambulazione. «Non esiste alcun servizio ad hoc per noi disabili - continua Mirabella - tra l'altro in quel punto c'è il problema delle onde che si infrangono contro gli scogli, rendendo ancora più difficile sia la discesa che la risalita in superficie». «Io, per esempio - continua -  sono molto autonomo, guido e mi sposto da solo, però lì non potrei andare senza un amico o una persona che mi aiuti». Versione confermata da alcuni bagnini che hanno dichiarato di non aver ricevuto istruzioni in merito. L'individuazione della scaletta e dei bagni, come di tutti i servizi per disabili, è resa difficile per chi non conosce bene il posto, non essendo adeguatamente segnalata. «Non c'è segnaletica verticale orizzontale - spiega ancora - Noi sappiamo dove andare ma un turista da fuori che vuole fare il bagno non capisce cosa fare, questo non solo lì ma in tutte le strutture pubbliche». 

Ma non solo. A creare ulteriori difficoltà è l'assenza di spazi per il parcheggio riservati alle persone diversamente abili in tutta l'area circostante. «Una criticità che si poteva facilmente evitare perché gli spazi ci sono - chiarisce il presidente - Nella stradina del porto Rossi, per esempio, c'è una piazzola e lì si potrebbero potuti creare almeno due posti». «C'è il parcheggio del borghetto Europa, ma è pagamento e bisogna sempre attraversare la strada», conclude. Alcuni cittadini inoltre lamentano il mancato completamento delle scalette ordinarie, attualmente prive del tappetino verde pensato per evitare la scivolosità degli scalini, e l'inadeguatezza dei servizi igienici amovibili. «Sono pochi e sempre sporchi - commenta una ragazza - Noi veniamo quasi ogni giorno e basta passarci accanto per sentire una puzza incredibile». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×