Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Risanamento San Berillo, i dettagli del primo appalto
Viali alberati, un campetto e strade in pietra lavica

I lavori per riqualificare l'area dovrebbero iniziare a ottobre e finire ad aprile. Le zone interessate sono piazza Grenoble e le vie Fischetti, Crispi e De Nicola, per un budget di quasi due milioni di euro. Previsti anche cantieri complementari per fognature, illuminazione e videosorveglianza. Guarda l'infografica

Dario De Luca

Quattro aree con verde pubblico, una piazza che anticiperà idealmente il cuore del mega progetto di risanamento, ma anche un campo sportivo polivalente e tanti lavori complementari, come impianti fognari, illuminazione e videosorveglianza. Ecco in sintesi il primo atto dei cantieri che interesseranno la zona di corso dei Martiri.  L'obiettivo dichiarato, dopo cinquant'anni di annunci e attese, è quello di riqualificare e reinterpretare il vecchio quartiere di San Berillo, come nuovo collegamento tra il centro cittadino e il mare. Il primo appalto dell'opera urbana, da quasi due milioni di euro, riguarderà quattro aree, suddivise nei documenti progettuali con la numerazione da tre a sei. Le offerte dovranno arrivare entro l'1 settembre e tutto dovrà essere portato a termine entro 183 giorni da quando verranno avviati i cantieri. Il via potrebbe arriva nei primi giorni di ottobre con le ultime opere da completare entro aprile 2018. Poi sarà la volta del grande boulevard centrale, che rappresenterà il cuore del progetto ideato dall'architetto Mario Cucinella. Ecco nel dettaglio cosa prevede il primo capitolo progettuale. 

Area tre: Riguarda la realizzazione di un'area a verde attrezzato tra piazza Grenoble e le vie Maddem e Castiglione. In soldoni il progetto prevede la realizzazione di una piazza con superficie complessiva di mille metri quadrati, all'interno verranno piantate delle albizie con l'obiettivo di creare delle zone ombreggiate. La pavimentazione, in pietra lavica e lastre di Comiso, invece, avrà un disegno che «indirizza e accompagna i flussi pedonali», si legge nel progetto esecutivo. Il costo degli interventi nell'area tre ammonteranno a 393mila euro con l'inizio dei lavori fissato per il 2 ottobre 2017. Il cantiere dovrebbe chiudere i battenti nei primi 15 giorni di gennaio 2018. 

(Per ingrandire l'infografica cliccare con il tasto destro del mouse

Area quattro. L'intervento, per un importo di 261mila euro, verrà realizzato lungo Corso dei Martiri e nello specifico riguarderà la costruzione di una zona verde all'angolo tra via Francesco Crispi e la chiesa della Buona morte. Si tratterà di una strada di comunicazione con alberi di agrumi e spazi destinata alla sosta. Secondo le indicazioni del progetto esecutivo ci sarà anche una seduta tra gli alberi di carrubo. La zona potrebbe vedere la luce il 26 gennaio 2018, mentre il cantiere ha già una data per l'inizio dei lavori, ovvero quella del 2 ottobre prossimo. 

Area cinque. L'intervento, che potrebbe essere completata entro i primi giorni di aprile 2018, in questo caso riguarda via Fischetti, tra corso Martiri della Libertà e via Archimede. I lavori, costo stimato 377mila euro, prevedono la realizzazione di una zona pedonale pavimentata con lastre di pietra lavica, lungo la quale verranno piantate aiuole e alberi, attrezzata con cestini in acciaio e panchine. Il cantiere, secondo il cronoprogramma, aprirà il 16 ottobre e tra i lavori previsti ci sarà anche la posa interrata di cavi elettrici e arredi urbani per una somma che ammonta a 34mila euro. 

Area sei. Il progetto in questione è quello con il budget più importante di questa fase e riguarda una zona verde contigua alla scuola Giuseppe Pascoli, nei pressi di via Enrico de Nicola. Il viale alberato, con lastre vulcaniche, sarà affiancato da un campo sportivo polivalente per una superficie complessiva che si aggira sui tremila metri quadrati. Nei pressi della scuola, secondo i documenti, è prevista l'istallazione di un parco giochi per bambini, spazi attrezzati per la sosta e gli immancabili alberi. I lavori inizieranno a ottobre e dovrebbero finire all'inizio di aprile 2018. Una delle fette più consistenti dei soldi verrà stanziata per la pavimentazione, che tra massetto e lastre vulcaniche costerà oltre 100mila euro. Ci sono poi 134mila euro destinati all'illuminazione e 15mila euro per l'impianto di irrigazione

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×