Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Monte Po, finita di scavare galleria per Misterbianco
L'annuncio: «I treni passeranno già da metà 2018»

«Un momento importante anche dal punto di vista ingegneristico». Così è stato salutato dalla Circumetnea l'abbattimento dell'ultima parete di roccia all'interno della galleria fra Nesima e il quartiere che prende il nome dalla collina. Per i vertici dell'azienda «si congiungono due pezzi di città». Guarda le foto

Francesco Vasta

Foto di: Francesco Vasta

Foto di: Francesco Vasta

C'è voluta più della mezz'ora inizialmente preventivata per far cedere l'ultimo strato di durissimo basalto lavico rimasto ancora in piedi. Poi la talpa meccanica ha finito di ruotare fra gli applausi degli operai del grande cantiere della stazione di Monte Po. La roccia è crollata sotto l'imponente pressione della fresa, facendo sì che la futura fermata si congiungesse con la galleria già scavata in territorio di Misterbianco, a partire da corso Carlo Marx. I vertici di Ferrovia Circumetnea, intanto, faticano a contenere l'ottimismo: i treni potrebbero arrivare alla periferia ovest di Catania già alla metà dell'anno prossimo, quando si conta di rendere operative le fermate Fontana, a due passi dall'ospedale Garibaldi, e appunto Monte Po. Quelle, cioè, immediatamente successive alla fermata di Nesima inaugurata a fine marzo e da cui parte la galleria che, per il momento, è il cuore del cantiere della metropolitana della città. 

L'abbattimento a favor di telecamera dell'ultimo diaframma della galleria Monte Po-Nesima, intanto, è stato un momento clou non solo per lo sviluppo infrastrutturale di Catania, ma anche dal punto di vista ingegneristico. «Non capita tutti i giorni di vedere all'opera uno strumento così potente - commenta il direttore generale della Circumetnea Alessandro Di Graziano - anche perché stavolta, trattandosi dei pezzi finali di roccia, il materiale scavato è rimasto davanti alla macchina». Ma chi sperava nella foto dell'attimo del crollo, comunque, è rimasto deluso: una densa nube di polvere ha nascosto il cedimento alla vista del folto pubblico. Tra cui figuravano i sindaci di Catania, Enzo Bianco, e Misterbianco, Nino Di Guardo - la stazione sorge esattamente al confine fra i due Comuni - altri esponenti delle amministrazioni e del Ministero delle Infrastrutture, l'ente che controlla Fce, a partire dal commissario Virginio Di Giambattista

Mentre la nube si dirada, operai e tecnici illustrano le caratteristiche della nascente stazione. Lunghi camminamenti la collegheranno alla zona più densamente popolata del quartiere, sbucando aldilà delle trafficatissime bretelle per Paternò, Misterbianco e la tangenziale. «La struttura, dagli abitanti di Monte Po, potrà essere utilizzata anche soltanto per gli attraversamenti pedonali - spiega il dirigente tecnico Fce Salvatore Fiore - di fatto finalmente si congiungono due pezzi di città finora slegati fra loro».  Dovrà dunque essere il 2018 l'anno dell'apertura al pubblico di questo troncone della metro. Per il prosieguo della tratta e le stazioni di Misterbianco - per cui di recente sono arrivati altri quattro milioni - bisognerà, secondo cronoprogramma, attendere il prossimo biennio. Un'altra talpa è già in azione, lungo la direttrice sud della linea metro, nell'area di piazza Palestro. Anche di quel cantiere, cruciale in ottica estensione fino all'aeroporto, si conta di raccogliere i frutti nel 2019. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.