Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Zafferana, in Consiglio si rompe il partito unico 
Sfiduciato il presidente Sapuppo, ricorso al Tar

Lo scontro tra il primo cittadino Alfio Russo e il suo ex sodale finisce in tribunale. Dove dovrà essere confermata la legittimità della revoca votata dai consiglieri rimasti al fianco del sindaco. Intanto sembra a un passo la nascita di un gruppo di minoranza in un'aula finora monocolore 

Francesco Vasta

C'è una crisi politica - che in pochi avrebbero pronosticato solo qualche tempo fa - a fare da sfondo all'affollata estate di Zafferana Etnea. Lo strappo ha sorpreso molti perché nato in seno a una maggioranza venuta fuori da elezioni con un solo candidato sindaco. A consegnare, per la seconda volta, le chiavi del municipio ad Alfio Russo erano state infatti delle comunali con un solo concorrente, cioè lo stesso attuale primo cittadino, dopo che i rivali allora più accreditati non riuscirono a presentare le proprie liste. Da elezioni con un candidato unico venne fuori anche un consiglio comunale monocolore, alla cui presidenza si insediò Salvatore Sapuppo. Sfiduciato alla fine dello scorso luglio da nove dei 13 componenti del gruppo a sostegno di Russo. Una rottura che adesso si sta anche spostando dal piano politico alle carte bollate. Il presidente detronizzato - rappresentato dal neo assessore del Comune di Catania, l'avvocato Michele Giorgianni - si è rivolto al Tar per cancellare l'esito della votazione e poter ritornare sulla poltrona adesso occupata da Ignazio Coco, votato come presidente del Consiglio sempre dai nove consiglieri che hanno dato sostanza all'operazione sfiducia voluta dal sindaco. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×