Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Biancavilla, due auto incenerite nella notte
A fuoco anche la facciata di un'abitazione

Il fatto è avvenuto in via Pascoli, dove i due veicoli erano parcheggiati in fila indiana. La violenza del rogo ha rapidamente bruciato le autovetture e danneggiato pesantemente l'edificio dinanzi cui erano parcheggiate. Disagi anche per le forniture elettriche e del gas nel quartiere

Salvatore Caruso

Momenti di paura, stanotte a Biancavilla, per un incendio auto che ha rotto il sonno dei residenti di via Giovanni Pascoli, una traversina di corso Cristoforo Colombo. Un rogo di probabile matrice dolosa su cui i carabinieri del comando di Biancavilla stanno conducendo un’indagine serrata con l’obiettivo di accertarne con estrema sicurezza le cause. Le forze dell’ordine stanno mantenendo, per il momento, il massimo riserbo sui nomi dei proprietari dei due mezzi inceneriti dalle fiamme poco prima dell’una di stanotte. Ad essere divorate dal fuoco una Smart e una Fiat Brava. Il rogo si è sviluppato rapidamente e violentemente e l’intenso calore ha provocato dei danni all’abitazione, fortunatamente disabitata, dinanzi alla quale le due auto erano parcheggiate, con le due porte d'ingresso andate a fuoco.

Le fiamme hanno poi liquefatto i cavi elettrici che scorrevano lungo la facciata dell’edificio, lasciando al buio diverse famiglie poiché si è interrotta l’erogazione di energia elettrica. Danneggiate anche una centralina del gas. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del distaccamento di Adrano, in azione fino alle tre del mattino per spegnere il fuoco, bonificare la zona e mettere in sicurezza il punto gas. In via Pascoli, una volta cessato il pericolo, sono giunti anche i tecnici sia per ripristinare i cavi e ridare luce alle case che per far ripartire l'erogazione del metano.

Un altro incendio si è verificato ad Adrano, ieri sera, intorno alle 21 in via Alesi. A prendere fuoco un furgone ma non è stato possibile accertare le cause dell’accaduto. L’ipotesi più accredita è quella che si tratta di un incendio dovuto a causa accidentali.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×