Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Nuovo corso dei Martiri, aggiudicato il primo appalto
I quattro lotti affidati al Consorzio stabile costruttori

Lavori per un milione e 400mila euro andranno all'impresa di Maletto degli imprenditori Capizzi. Interessate le aree di piazza Grenoble e via Fischetti e due zone nei pressi della chiesa della Buona morte e della scuola Giovanni Pascoli. Tutto dovrà essere pronto entro 183 giorni dalla consegna dei cantieri

La prima grande gara d'appalto per il risanamento di San Berillo e il rilancio di corso dei Martiri passa da Maletto. Ad aggiudicarsi i lavori, con procedura aperta e consegna delle buste fissata dal bando entro il primo giorno di settembre, è stata l'impresa Consorzio stabile costruttori, con sede legale nel Comune pedemontano dell'Etna. I cantieri, che riguardano quattro lotti e ammontano a una cifra di un milioni e 400mila euro, segnano un ribasso di poco superiore al 25 per cento rispetto alla base d'asta iniziale di quasi due milioni di euro. Ma di cosa si occuperà il consorzio di proprietà degli imprenditori Capizzi? Si tratta di alcune aree destinate al verde pubblico, una piazza, un campo sportivo polivalente e diverse opere complementari al progetto. Nello specifico impianti fognari e di illuminazione. La zona interessata è quella che rientra nella maxi operazione di rilancio di corso Martiri della Libertà, ideata dall'architetto e designer palermitano Mario Cucinella.

L'affidamento delle opere di urbanizzazione primaria è stato messo nero su bianco, attraverso un provvedimento della direzione Lavori pubblici del Comune di Catania. Nell'atto, firmato il 30 ottobre scorso dal direttore Corrado Persicosi richiama alla convezione urbanistica, firmata nel 2012, tra Palazzo degli elefanti e le società private proprietarie delle aree interessate dal progetto. Nello specifico le romane Istica e Cecos, entrambe controllate dalla Parsitalia, e la Risanamento San Berillo, amministrata dall'imprenditore Concetto Bosco Lo Giudice. Quest'ultimo noto per essere socio in affari di Mimmo Costanzo. Imprenditore coinvolto, proprio insieme a Lo Giudice, sia nel maxi sequestro del colosso degli appalti Tecnis e delle 24 società consortili, compresa la Risanamento San Berillo, che nell'inchiesta Dama nera, sugli appalti Anas. Il primo provvedimento firmato dai giudici del tribunale di Catania, risalente al 2016, è stato annullato a marzo scorso con il rientro delle aziende nella disponibilità degli imprenditori.

A occuparsi del primo appalto per i lavori di corso dei Martirti sarà invece la l'impresa di Maletto. Negli ultimi anni già aggiudicatari di alcuni lavori, come quello per la completamento di 60 alloggi popolari a Bronte, sempre in provincia di Catania, o quello per la realizzazione di abitazioni della stessa tipologia a Ribera, nei pressi di Agrigento. Un cantiere di oltre otto milioni di euro affidato dopo un iter lungo anni. Nell'elenco compare anche la costruzione, costo due milioni 248mila euro, dell'edificio cinque per il dipartimento di Ingegneria dell'università Kore di Enna, e il completamento di un'area polifunzionale in contrada Margi, a Maletto. 

L'appalto catanese di San Berillo interesserà l'area tre di piazza Grenoble per la realizzazione di una piazza alberata, con i lavori che, secondo le ipotesi iniziali, dovevano essere completati entro gennaio 2018. Spostandosi nell'area quattro si arriva nei pressi della chiesa della Buona morte, dove il progetto prevede una strada alberata abbellita con alberi di carrubo. Via Fischetti viene identificata nella zona cinque. Qui nascerà uno spazio pedonale con verde pubblico per cittadini e turisti. Infine la scuola media Giovanni Pascoli, rientrante nell'area sei, con campo polivalente e spazio per i giochi. Secondo le stime iniziali tutto dovrà essere pronto per il mese di aprile 2018 ma questa data resta vincolata alla consegna dei cantieri. Da quel momento in poi entro 183 giorni questa prima parte del maxi progetto generale dovrà essere finita. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×