Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Regionali 2017, Sammartino nuovo re delle preferenze
«Scritta la storia». Ma ai precedenti manca il lieto fine

Non sono in molti gli ex candidati che possono essere paragonati a lui: Antonello Antinoro, Nino Dina, Angelo Lombardo. Nomi ingombranti nel passato della politica regionale siciliana, campioni di voti che, però, non erano mai arrivati in alto quanto l'articolista ormai padrone di fatto del Partito democratico

Foto di: Dario De Luca

Foto di: Dario De Luca

Più dell'attuale presidente della Regione, Nello Musumeci, ai tempi della sua candidatura a deputato. Più del suo padrino, ormai scomparso, Lino Leanza. Più del recordman dal 2006 Antonello Antinoro. Più della metà, da solo, dei voti all'intera lista Pd a Catania. Meglio di lui, a fare miracoli con una scheda da un'unica preferenza, c'è chi ricorda un solo nome che passa lo Stretto: Giulio Andreotti. È Luca Sammartino il nuovo re delle recenti Regionali siciliane, con i suoi 32.280 consensi. Sbaraglia i suoi principali avversari del Partito democratico: Anthony Barbagallo si ferma a 13.940 preferenze, Angelo Villari è ancora più giù con 11.017 voti. È così che Sammartino conferma quello che già si sussurrava da tempo: la scalata ai dem in provincia di Catania è conclusa. E Articolo 4 ha fagocitato il Pd, lasciandosi alle spalle - staccati di poco meno di una decina di migliaia di voti - quello che ne restava. Ma al «dentista di professione, politico per passione», come lui stesso si definisce, è riuscita un'impresa più complicata. Sedere sul trono più ambito di Sicilia, quella del più votato tra i candidati all'Ars. Una corona che però sembra pesare. O quanto meno non portare particolare fortuna a giudicare dai precedenti.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×