Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

L'ascesa di penna bianca nella famiglia Santapaola
«Soldi? C'è il boom con il mercato dei clandestini»

Cosa nostra a Catania dal 2017 sarebbe passata in mano ad Antonio Tomaselli. L'uomo avrebbe messo da parte il boss Rosario Lombardo e riallacciato i rapporti con gli storici alleati dei Nardo di Lentini. Durante un summit un suo emissario rifletteva sui possibili canali per allargare il business della mafia

Dario De Luca

Un'intercettazione può dire molto. Per esempio svelare il nuovo nome del reggente della famiglia catanese di Cosa nostra dei Santapaola: «Il bianco deve diventare rosso al più presto possibile». Indizio captato attraverso un sms risalente al 5 gennaio 2017, che porta gli investigatori al nome di Antonio Tomaselli, conosciuto con il diminutivo di Penna bianca. Un volto, il suo, della Cosa nostra vecchia maniera, a discapito di una carta d'identità che segna appena 51 anni. Sarebbe lui, secondo la procura etnea e il Ros dei carabinieri, il nuovo capo dei Santapaola. Destabilizzati dai continui arresti ma capaci di rigenerarsi in tempi rapidissimi, anche a discapito di chi non è finito dietro le sbarre. Lo spartito che emerge nelle carte dell'inchiesta Chaos è quello di un triumvirato che prende le redini dopo l'arresto di Francesco Santapaola. Da un lato Marcello Magrì Rosario Lombardo, capaci di tenere i ranghi serrati nel territorio di Catania, e dall'altro Tomaselli, accusato di tessere la tela mafiosa nei confini della provincia. Con l'arresto del primo e i domiciliari che obbligavano il secondo a non uscire dalla sua casa di viale Biagio Pecorino, in libertà rimaneva solo penna bianca ed è cosi che si sarebbe preso in mano la famiglia. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×