Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Il dopo Riina, Nitto Santapaola e l'eredità in bilico
Al 41bis come il figlio Enzo, tra malattie e processi

Con la morte del capo dei capi è scattato il toto eredità. Tra suggestioni e ipotesi spazio anche al fondatore della famiglia di Cosa nostra etnea e ai suoi figli. Uno è libero, ed è uscito indenne dai processi, l'altro al carcere duro in sedia a rotelle. Il padre invece, quasi 80enne, è diabetico e da 24 anni dietro le sbarre

Dario De Luca

Per anni è stato il detentore delle redini del potere supremo dentro Cosa nostra in Sicilia orientale. Oggi è al carcere duro nel penitenziario di Opera-Milano, quasi cieco per una forma sempre più grave di diabete. A quel volto, quasi sarcastico, sbandierato durante l'arresto nel 1993, ha fatto posto un fisico smagrito e segnato da 24 anni di carcere senza interruzioni. Nitto Santapaola, 79 anni, è uno degli ultimi padrini ancora in vita appartenente alla piovra vecchio modello. Quella che si è seduta allo stesso tavolo di Totò Riina e Bernardo Provenzano. La stessa che ha progettato ed eseguito stragi e fatto affari, in nome di un modello tutto catanese, dove a pistole e polvere da sparo si alternano da sempre giacche e cravatte. Oggi, dopo la morte del capo dei capi di Corleone, la cupola mafiosa regionale, stando alle analisi di magistrati, investigatori e addetti ai lavori, potrebbe tornare a riunirsi per eleggere il suo nuovo e unico rappresentante nell'Isola. Un rivolo di democrazia fatto di nomi e strategie da perseguire, come per esempio quella di Santapaola, o meglio dei suoi successori. Con la famiglia, quella di sangue, ormai risucchiata in un vortice. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Discariche di Motta S. Anastasia

Dalle proteste alle indagini che hanno scosso il settore dei rifiuti a livello regionale. La storia degli impianti di smaltimento della spazzatura che si trovano in contrada Tiritì e Valanghe d'inverno, tra i più grandi di Sicilia

Combine Catania

Dall'arresto dei vertici della squadra rossazzura alla reazione dei tifosi e della città

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews