Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Adrano, schiuma e liquami nel fiume Simeto
«Dramma ambientale sotto gli occhi di tutti»

L'allarme è stato lanciato dalla deputata del Movimento 5 stelle, Angela Foti. A seguito di segnalazioni ricevute, gli attivisti si sono recato nell'area del depuratore del Comune etneo e hanno verificato che versa in condizioni pericolose per l'ambiente e gli abitanti del luogo. Guarda il video

Redazione

«Un vero e proprio dramma ambientale sotto gli occhi di tutti, a rischio il territorio e la stessa incolumità pubblica degli abitanti di Adrano». È questo l'allarme lanciato dalla deputata del Movimento 5 stelle del Catanese, Angela Foti. Dopo numerose segnalazioni ricevute dai cittadini, gli attivisti pentastellati si sono recati nell'area del depuratore di Adrano per verificare le condizioni in cui versa la zona dove scorre uno dei fiumi siciliani più importanti.

«Oltre due chilometri di degrado nei pressi dell'isola ecologica - racconta la parlamentare dell'Ars - l'aria è irrespirabile, l'acqua che scorre nel territorio adranita è piena di schiuma e, in molti punti, i liquami si riversano direttamente nel fiume Simeto. Per non parlare - aggiunge - dei rifiuti che circondano la zona e del depuratore che pare non stia funzionando come dovrebbe». 

«Il danno oltre la beffa - sostiene la deputata - tenendo conto del fatto che i cittadini adraniti stanno continuando a pagare la tassa di depurazione nonostante le condizioni di assoluto decadimento. È necessario che le istituzioni locali si attivino concretamente per prendere atto della situazione di emergenza». 

Gli attivisti chiedono ai dirigenti dell' Acoset, la società a cui è affidato il servizio di depurazione, «di assumersi la responsabilità di rendere pubblico lo stato dell’arte e sollecitiamo il sindaco Giuseppe Ferrante a far luce su questa incresciosa situazione nel rispetto di chi paga le tasse per godere dei propri diritti». Intanto, dopo il sopralluogo degli scorsi giorni, la situazione in cui versa l'area del fiume Simeto ad Adrano è già stata segnalata all'Arpa «nella speranza che vengano prese urgentemente le dovute misure di sicurezza per l’ambiente e per gli stessi abitanti di Adrano», conclude Foti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×