Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Trombe d'aria e raffiche di vento sul Catanese
Autostrada chiusa, danni su strade e al Garibaldi

Il forte maestrale che sta spirando su Catania e Comuni vicini ha portato al blocco dell'A18 Catania-Messina e a disagi sulla viabilità secondaria. Centinaia le chiamate ai vigili del fuoco. Crolli di alberi, black out elettrici  si sono registrati in vari centri da Mascalucia a Giarre, passando per Maletto e Santa Venerina. Guarda le foto

Francesco Vasta

Foto di: Lungomare liberato

Foto di: Lungomare liberato

Sono culminati nella chiusura di parte dell'autostrada Catania-Messina i disagi causati dal forte vento di maestrale che ha sferzato il Catanese fin dal pomeriggio di ieri. Nella notte le raffiche hanno raggiunto notevole intensità, generando trombe d'aria nei Comuni della cintura metropolitana come Mascalucia, Gravina di Catania, San Giovanni la Punta, Valverde e San Gregorio - dove si è registrato anche un black out elettrico - e sulla fascia jonica. Alla sala operativa provinciale dei vigili del fuoco sono pervenute oltre 180 richieste di intervento e segnalazioni di danni e pericoli in poche ore. Squadre di pompieri di supporto sono giunte da Messina e Caltanissetta

Zafferana Etnea

Zafferana Etnea

Ospedale Garibaldi Centro

Catania

Catania

Sant'Alfio

Sant'Alfio

Sant'Alfio

Aci Sant'Antonio

Autostrada Catania-Messina

Giarre

Giarre

Giarre

Capomulini

Monterosso

Giarre

Giarre

Mascalucia

Santa Venerina

Santa Venerina

Giarre

Maletto

Maletto

Catania

Maletto

Catania

Catania

Catania

Maletto

Maletto

Giarre

Catania

Catania

Il casello di Giarre è stato chiuso agli accessi in direzione Catania, fin dalle prime ore del mattino, per la presenza di alberi crollati sulle carreggiate nel tratto fra la città jonica ed Acireale, mentre lunghe code si sono formate fra il casello di Fiumefreddo e quello di Giarre per la caduta di grossi rami all'altezza dell'ospedale Sant'Isidoro. I flussi di veicoli sono stati deviati sulla viabilità secondaria dove ulteriori danneggiamenti a macchia di leopardo hanno causato altri disagi. 

A Santa Venerina, su via Stabilimenti, un grosso albero ha semiostruito il passaggio dei veicoli in direzione Zafferana. Qui sono state danneggiate le strutture del mercatino natalizio nella centrale piazza Umberto. All'altezza della frazione Monterosso, poi, la Sp 4i che conduce a Trecastagni e Pedara è chiusa al traffico dall'incrocio con le provinciali per Viagrande e Lavinaio, sempre per la presenza di rami e detriti sulle carreggiate. 

Il forte vento di stanotte ha provocato danni anche all'ospedale Garibaldi-Centro. Come rende noto la direzione del nosocomio, un controsoffitto del reparto di Osservazione breve intensiva ha ceduto facendo cadere alcuni pannelli di cartongesso in un momento in cui non transitava nessuno. Non ha resistito alle intemperie del vento, purtroppo, anche un pino del cortile interno all’ospedale, in una delle zone non accessibili al pubblico. 

Crolli di alberi, rami e pali della pubblica illuminazione si sono registrati anche a Giarre, Paternò, Aci Sant'Antonio, sul lungomare Martinez a Capomulini, Pedara, Piedimonte, Sant'Alfio, Misterbianco. A Maletto danni per migliaia di euro nelle serre di alcune aziende di produzione delle fragole tipiche della zona. Ad Acireale hanno ceduto pali dell'illuminazione in corso Italia, piazza Francesco Patanè e nella frazione Pennisi. Le zone sono state messe in sicurezza dal Comune. 

In città alberi abbattuti al campo scuola di Picanello, via Leucatiapiazza Roma e via Umberto. Interventi per un palo pericolante tra via Saffi e via Curria. Su via Simeto, vicino la stazione centrale e le Ciminiere, un tetto in lamiera si è scoperchiato volando sulla sede stradale. Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha disposto la chiusura di villa Bellini e di parchi e cimiteri comunali «per tutelare l'incolumità pubblica dall'eventuale caduta di rami». La disposizione resterà in vigore fino ad un nuovo bollettino della Protezione civile regionale che indichi condizioni di miglioramento.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Palazzo di cemento, storia di uno sgombero

Per decenni la torre C3 Moncada di Librino è stata il simbolo dell'illegalità. Dalla scorsa primavera, il Comune di Catania ha condotto una lunga battaglia per strapparla agli occupanti. La vicenda dello stabile-simbolo di una periferia, dalla sua costruzione ai contrasti tra gli ex-abitanti e ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×