Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Misterbianco, spaccata alla banca di via Matteotti
Colpo eseguito all'alba con camion ed escavatore

Un gruppo di uomini, intorno alle cinque di questa mattina, ha bloccato l'accesso alla centralissima strada cittadina posizionando un mezzo pesante all'incrocio con via Fratelli Cairoli. Poi ha agito con una pala meccanica, asportando il bancomat dall'istituto di credito al civico 112. Guarda le foto

Luisa Santangelo

Un fortissimo rumore, poi il bancomat del Banco popolare di Sicilia di via Matteotti che viene tirato via con un escavatore e, in pochi attimi, i carabinieri che arrivano sul posto e costringono alla fuga il commando di ladri. È successo questa mattina, intorno alle cinque, nel pieno centro del Comune di Misterbianco. I mezzi utilizzati per la spaccata erano stati rubati a Biancavilla lo scorso 5 gennaio, e sono stati sequestrati per essere esaminati dalla scientifica.

Secondo quanto si apprende, i malviventi avrebbero prima bloccato la strada con un grosso camion Iveco, posizionato all'incrocio con via Fratelli Cairoli, poi sarebbero intervenuti con il la pala meccanica per portare via la cassa automatica dell'istituto di credito al civico 112. Prima che il gruppo potesse caricare il bancomat sul camion e rubarlo, in via Matteotti sarebbero arrivati i militari. Sarebbe stato il loro intervento a costringere i malviventi ad allontanarsi. In base alle prime informazioni, gli uomini sarebbero scappati a bordo di due automobili.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Se la Sicilia trema

Tra poche realtà virtuose e molta impreparazione, viaggio nell'isola ad alto rischio sismico

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×