Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Catania

Paternò, aule allagate e bimbi fuori da scuola
I termosifoni perdono acqua. «Da cambiare»

Dal riscaldamento schizza fuori liquido a causa di valvole e impianti vetusti. Stamane l'ultimo di una serie di episodi che preoccupano le famiglie. Il Comune promette di rinnovare tutto dopo la fine dell'anno scolastico, ma davanti a interventi tampone la pazienza sembra essere finita

Salvatore Caruso

Un impianto di riscaldamento vecchio più di 35 anni che, da qualche settimana, fa i capricci creando difficoltà di docente e alunni del III circolo didattico Moro di via Pietro Lupo. I calorifici sono vetusti e con le valvole di sostegno non più in grado reggere la forte pressione interna. L'acqua calda così finisce per allagare abbondantemente corridoi e aule. L’ultima perdita risale a stamattina, da un termosifone lungo il corridoio con le aule della scuola dell'infanzia. Del fatto ci si è resi conti prima dell’ingresso dei piccoli studenti nelle aule. L'inizio delle lezioni è stato così ritardato fino a quando è stato necessario. 

La perdita ha preoccupato i genitori: non è prima volta che dai termosifoni della scuola schizza all'improvviso acqua calda, un pericolo per gli alunni se ciò dovesse verificarsi durante le ore di lezioni. Qualche giorno prima delle festività, in due distinte circostanze, l'acqua schizzata da due termosifoni ha allagato la segreteria didattica, l’ufficio della dirigenza, un'aula e provocato il distacco di alcuni pannelli del controsoffitto. Dopo quel fatto, si era optato per tenere i riscaldamenti spenti.

In seguito sarebbe stato effettuato un intervento tampone con una ditta specializzata: il termostato è stato cambiato per avere una temperatura più bassa e due termosifoni sono stati sostituiti. Ciò ha permesso di riaccendere i riscaldamenti, senza guasti fino però a stamattina.

Sul posto è giunto il vicesindaco Ezio Mannino che ha detto: «Si lavora per alleviare i disagi tamponando per queste settimane in cui fa freddo. Una volta finita la scuola - promette l'amministratore - si provvederà a rimpiazzare l’intero impianto di riscaldamento». Operazione che costerebbe circa 25mila euro. La dirigente Maria Gianna Cafici è stato pero molto chiara: «Non posso mettere rischio i bambini, aspetterò qualche altro giorno ma poi prenderò provvedimenti».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Etna libera

Attività intensa e imprevedibilità. Per queste ragioni la Prefettura di Catania ha imposto delle restrizioni per l'accesso al vulcano attivo più alto d'Europa. Ma in molti tra scienziati, ambientalisti e semplici appassionati chiedono di sospendere queste misure

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il processo Iblis tra mafia, politica e impenditoria

La cronaca di tutte le udienze, gli approfondimenti e gli stralci dal troncone principale con il rito ordinario del procedimento sulle collusioni politico-affaristico-mafiose nel Catanese

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

I processi a Raffaele Lombardo

Dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa - conclusa con una condanna in primo grado a sei anni e otto mesi di carcere - a quella di voto di scambio insieme al figlio Toti. La cronaca completa del trascorso giudiziario dell'ex governatore siciliano

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×